Carrera Cup Italia, Iaquinta confermato campione 2019

Gianluca Marchese
motorsport.com

Simone Iaquinta è il campione della Porsche Carrera Cup Italia 2019. Il titolo conquistato in pista dal 29enne pilota calabrese al volante della 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport - Centri Porsche di Milano è stato di fatto confermato dalla Giunta Sportiva dell'ACI a seguito dell'avallo delle classifiche dell'ultimo round stagionale disputato a Monza nel weekend del 20 ottobre.

In quell'occasione la pole position messa a segno al sabato dal pilota calabrese era rimasta sub judice (e di conseguenza con essa anche le classifiche di gara 1 e gara 2) dopo che i commissari avevano deciso di annullargli tutti i tempi per una questione tecnica e di contro Ghinzani Arco Motorsport aveva annunciato il ricorso in appello, discusso successivamente.

La Corte Sportiva d'Appello ha indicato che Ghinzani Arco Motorsport avrebbe potuto rivolgere la sua istanza di applicazione dello ius superveniens (“diritto sopravvenuto”) agli organi competenti all'omologazione dei risultati, in relazione al nuovo Regolamento Sportivo Nazionale e anche del Regolamento 2020 della Carrera Cup Italia, che per l'infrazione in questione (la mancanza dei tappini sulle valvole degli pneumatici posteriori dell'auto) prevede la sanzione dell'ammenda, in questo caso specifico quantificata nei giorni scorsi dalla Giunta Sportiva in 2600 euro.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Di fatto, quindi, sono state confermate le classifiche delle prove ufficiali e delle due gare di Monza, nelle quali Iaquinta si era classificato rispettivamente primo e sesto agguantando il titolo di campione davanti a Diego Bertonelli (Q8 Hi Perform) e a Patrick Kujala (Bonaldi Motorsport - Centro Porsche Bergamo).

Simone Iaquinta ha centrato il titolo assoluto della Porsche Carrera Cup Italia 2019 al termine di una stagione spettacolare e combattutissima che in una classifica sempre ravvicinata ha visto protagonisti fino all'ultimo anche Jaden Conwright (Dinamic Motorsport - Centro Porsche Bologna) ed Enrico Fulgenzi (Tsunami RT - Centro Porsche Latina). Quattro vittorie, ulteriori quattro podi, una pole position e tre giri veloci sono il bottino finale che per la prima volta ha permesso a Iaquinta di iscrivere il proprio nome nell'Albo d'Oro del monomarca promosso da Porsche Italia, succedendo a Gianmarco Quaresmini, campione assoluto nel 2018.

Così ha accolto la notizia lo stesso Iaquinta: “Finalmente è arrivato! Sinceramente ci ho sempre creduto, ma non puoi mai esserne sicuro finché non hai la certezza. Sono felice e ora posso dirmi orgoglioso di aver vinto un campionato combattuto fino all'ultimo contro avversari di alto livello. Un ringraziamento speciale va a Ghinzani Arco Motorsport, team che mi ha supportato al meglio sia in pista sia fuori in particolare proprio in questa lunga vicenda insieme all'avvocato Baroncini”.

Iaquinta e il team Ghinzani Arco stanno preparando la difesa di questo sospirato titolo nella Carrera Cup Italia 2020 al via da Monza nel weekend del 17 maggio.

Potrebbe interessarti anche...