Carrera Cup Italia, Vallelunga: tutti all'attacco di Conwright già dal venerdì

Gianluca Marchese
motorsport.com

E' stato un venerdì complicato per Jaden Conwright nella Porsche Carrera Cup Italia di scena a Vallelunga. Il giovane californiano che comanda la classifica del prestigioso monomarca ha faticato non poco nell'ultima parte delle prove libere odierne, nelle quali ha concluso soltanto con il decimo tempo (molto staccato dai migliori). Non che la 911 GT3 Cup di Dinamic Motorsport abbia avuto problemi tecnico-meccanici.

Ma lo spiega lui stesso con un tono e uno sguardo che lascia comunque trasparire tutta la sua volontà di lavorare per migliorare e magari riuscire comunque in una buona qualifica al sabato: "Nella prima parte del turno la macchina era anche veloce, poi quando abbiamo cambiato gli pneumatici era strana da guidare, davvero un fatto non così usuale. Non dico che con gomme più fresche fosse peggiore, era soltanto diversa".

Il weekend della grande sorpresa della Carrera Cup Italia 2019 è dunque partito "in difesa". Anche perché, al contrario, tutti i suoi più vicini rivali sono rimasti soddisfatti dell'ora di prove disputata nel pomeriggio e un po' tutti sono convinti che il record 2018 (1'33"5) non sia poi così inarrivabile, nonostante il nuovo egolamento abbia obbligato le squadre a settare camber un po' meno estremi.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Andando in ordine di classifica odierna, Alberto Cerqui (Dinamic Motorsport) ha così commentato la sua giornata, dove si è preso i titoli di testa (anche grazie a pneumatici più freschi rispetto alla concorrenza): "Della prestazione sono abbastanza contento - ha detto il driver bresciano -, anche perché non ho fatto il test pre-gara al contrario dei miei compagni di team. So pure che possiamo ancora migliorare l'auto lavorando sul setup, oggi la pista non era facile". Paradossalmente, però, proprio lui è quello che più frena sulla possibilità di settare un nuovo record in qualifica: "Le condizioni sono buone, ma avremo meno camber, la vedo dura. Naturalmente ci spero e ci proverò, di sicuro sarà più fresco di oggi pomeriggio e questo sarà un vantaggio".

Con il secondo tempo di giornata andrà a riposare Enrico Fulgenzi (Tsunami RT): "Intanto sono felicissimo di essere qui - esordisce il campione 2013 -, amo da sempre Vallelunga, dove tra l'altro è altissimo l'entusiasmo di amici e fan. Le motivazioni sono sempre alte qui, nonostante per il campionato siano al contrario basse. La macchina c'è, sono veramente contento, non ho appunto pensieri di classifica e quindi l'obiettivo è quello di vincere!".

Diego Bertonelli è il primo inseguitore di Conwright. Li separa un punto soltanto. Il pilota ufficiale di Q8 Hi Perform è contento della giornata: "La macchina non era bella da guidare ma era molto veloce! A livello di assetto ci siamo. Le condizioni che abbiamo trovato sono simili a quelle del test di fine agosto, alla fine, ma la pista è in realtà molto diversa. Il record? Credo che la pole sarà lì".

Di poche ma chiarissime parole, infine, è stato Patrick Kujala (Bonaldi Motorsport), il cui sorriso di fine libere, in ogni caso, ha fatto capire ancora di più: "E' tutto ok!". Più complessa la situazione vissuta da Simone Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport). Il driver calabrese è stato costretto per almeno 20 minuti ai box dop un guasto al sistema Abs nelle prime fasi: "Alla fine, dopo aver sostituito il cablaggio, però sono riuscito a girare con buoni riscontri e l'auto è ok. Devo dire bravissimi e grazie ai ragazzi del team e alla squadra dei tecnici di Porsche".

Domani (sabato) in programma le qualifiche, dalle 10.50 alle 11.35, e gara 1 dalle 16.50 in diretta tv su Sky Sport Arena (canale 204 di Sky) e streaming HD su www.carreracupitalia.it .

Potrebbe interessarti anche...