Casi di Coronavirus all'interno della squadra

·1 minuto per la lettura
Hauge e Donnarumma
Hauge e Donnarumma

Allarme Coronavirus per il Milan. Come riportato da MilanoToday, nel club rossonero ci sono stati diversi contagi, dopo che una decina di persone che lavorava intorno al team è risultata positiva ad un primo tampone. Il tampone in questione è quello previsto dal protocollo, che deve essere effettuato a tutto il gruppo 48 ore prima di ogni partita giocata. Tra i positivi ci sono sia calciatori che membri dello staff tecnico e dell’ufficio stampa.

Focolaio nel Milan

Il Milan ha confermato ufficialmente la presenza di un focolaio. La società ha comunicato che “gli esiti pervenuti dal laboratorio hanno riscontrato una positività al tampone di Gianluigi Donnarumma e Jens Petter Hauge e di altri tre membri del gruppo squadra“. Si tratta di casi asintomatici e tutti sono stati immediatamente sottoposti ad isolamento domiciliare. Le autorità sanitarie locali sono state immediatamente informate. Il resto del gruppo squadra è risultato negativo al tampone. Altre dieci persone, tra ufficio stampa e staff tecnico, invece sono risultate positive.

Il Milan, che deve giocare un’importante partita con la Roma per il primo posto in serie A a punteggio pieno, aveva già avuto a che fare con l’epidemia. Erano, infatti, risultati positivi Leao e Ibrahimovic. Il 23 Ottobre erano state bloccate tutte le giovanili, proprio a causa di alcuni tesserati che erano stati contagiati. Il Milan aveva annunciato che “in seguito ad alcune positività al Covid 19 e informata Ats Milano, è stato deciso di sospendere tutte le attività delle squadre del settore giovanile sino a lunedì 2 novembre compreso“.