Caso tamponi Lazio, arriva la decisione del Tribunale FIGC

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

È andata in scena questa mattina, alle ore 11 e rigorosamente in video-conferenza con il presidente del Tribunale federale Cesare Mastrocola, viste le restrizioni derivate dalla pandemia Covid-19, la prima udienza sulla questione tamponi che riguarda la Lazio. Un primo atto che si è concluso con un nulla di fatto, vista la decisione presa da Mastrocola.

Lo staff medico della Lazio | Giampiero Sposito/Getty Images
Lo staff medico della Lazio | Giampiero Sposito/Getty Images

La discussione dell'udienza, su richiesta dell'avvocato della Lazio Gian Michele Gentile, è stata rinviata al 26 marzo per l'assenza degli imputati: il presidente biancoceleste Claudio Lotito, infatti, era alle prese con l'assemblea di Lega chiamata a decidere sull'assegnazione dei diritti tv per il prossimo triennio, mentre il coordinatore dell'area medica della Lazio, il dottor Rodia, è insieme alla squadra pronta a partire per la Germania dove domani giocherà la gara di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Bayern Monaco.

Ci sarà da attendere, perciò, sulle possibili sanzioni per la società biancoceleste, già deferita dopo il caos tamponi relativo alle gare con il Torino e in Champions contro il Club Brugge tra fine ottobre e inizio novembre 2020.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.