Caso tamponi Lazio: il processo e le richieste della Procura Federale

Francesca D'Amato
·2 minuto per la lettura

In mattinata si è finalmente svolta l'udienza relativa al caso tamponi della Lazio. Alle 11:00 ha preso il dibattito per il caso legato alla presunta violazione del protocollo della Figc, e alle mancate o tardive comunicazioni alla ASL dei casi di positività delle gare con Bruges, Zenit e Torino. Da una parte l’accusa con Giuseppe Chiné, capo della Procura Federale. Dall’altra il patron biancoceleste con i medici Rodia e Pulcini in collegamento dallo studio legale dell’avvocato Gentile. Il collegio è stato guidato dal presidente del Tribunale Federale Cesare Mastrocola.

Claudio Lotito, Presidente della Lazio | Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images
Claudio Lotito, Presidente della Lazio | Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images

Alle ore 11:00, è iniziato al Tribunale Nazionale Federale della FIGC, il processo alla Lazio e al numero uno biancoceleste, Claudio Lotito, per la violazione dei protocolli COVID-19. Secondo quanto si è appreso dall'ANSA, dopo un'ora dall'inizio del processo, la richiesta del Torino di costituirsi come parte civile nel processo alla Lazio e a Lotito, non è stata ritenuta ammissibile dal Tribunale federale della FIGC. Inoltre le richieste presentate dalla procura della FIGC alla società biancoceleste sono state le seguenti: 200 mila euro di multa alla società, 13 mesi e 10 giorni di inibizione a Lotito e 16 mesi ai medici sociali Rodia e Pulcini. Durante il processo, fuori al tribunale, alcuni tifosi biancocelesti hanno esposto uno striscione chiaro e tondo con scritto: “La Lazio non si tocca”.

Gian Michele Gentile, avv. Lazio | ANDREAS SOLARO/Getty Images
Gian Michele Gentile, avv. Lazio | ANDREAS SOLARO/Getty Images

L’udienza è stata poi commentata dall’avvocato della Lazio, Gian Michele Gentile ai microfoni di RaiSport: "Sono molto esagerate le richieste avanzate dalla procura della Figc. Sono richieste frutto di una visione completamente sbagliata dell’intera vicenda".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.