Cassano attacca la Juve: "Cristiano Ronaldo è sempre stato un problema, è un 'tappo' per il gioco di Pirlo"

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

C'è anche la crisi della Juventus tra i temi affrontati da Antonio Cassano nell'ormai classico intervenuto su Twitch durante la Bobo TV: "Per un nuovo ciclo servono giovani forti, Kulusevski, Chiesa e De Ligt non bastano. Molto dipenderà da cosa deciderà Ronaldo e da quello che faranno Bonucci, Chiellini e Buffon. La responsabilità di questa situazione è della società che non ha immesso gente fresca in rosa".

Cristiano Ronaldo | Soccrates Images/Getty Images
Cristiano Ronaldo | Soccrates Images/Getty Images

LE COLPE DI PIRLO - "A Pirlo non do poche responsabilità, ma pochissime. L'anno scorso hanno cacciato l'allenatore che negli ultimi anni in Italia ha fatto il calcio migliore, ma aveva un problema, Ronaldo. Cristiano Ronaldo è sempre stato un problema. La Juve ha messo un allenatore che vuole fare calcio (Pirlo, ndr), ma ha tenuto Ronaldo, che per Andrea è un 'tappo'. La Juve ha una rosa in fase calante: Ronaldo pensa ai suoi record, non è quello di quattro anni fa. Come allenatore Pirlo è un novellino, non puoi dargli la responsabilità di allenare Ronaldo. Secondo me Kulusevski è molto condizionato da Ronaldo".

IL NAPOLI E GATTUSO - ​"De Laurentiis, occhio a farti scappare Gattuso. Ciò che sta facendo, con mille difficoltà, è un lavoro eccezionale. Se avesse vinto la Supercoppa sarebbe stato definito eroe. Con o senza Mertens il Napoli cambia. Demme c'è sempre, con lui la squadra non ha mai perso: è un piccolo Kantè".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.