Catania, aggredito Lo Monaco: la squadra non gioca

Altissima tensione a Catania: l'amministratore delegato del club etneo, Pietro Lo Monaco è stato aggredito da alcuni ultras rossazzurri, che contestano la gestione della società siciliana. Il fatto, riporta Sportmediaset, è avvenuto mercoledì mattina mentre il dirigente si trovava sul traghetto che collega Messina e San Giovanni.

Lo Monaco, che stava andando a Potenza per seguire la gara valida per gli ottavi di finale della Coppia Italia di Serie C, in programma nel pomeriggio, sarebbe stato colpito al volto, e avrebbe perso sangue dal naso dopo l'aggressione. Il dirigente degli etnei martedì aveva rassegnato le dimissioni dopo le continue critiche di tifosi e addetti ai lavori, ma il presidente Pulvirenti le aveva respinte con queste parole.

La squadra ha deciso di non scendere in campo oggi pomeriggio per la partita contro il Potenza. Questo il comunicato: "La vile e vergognosa aggressione subita oggi dall'Ad Pietro Lo Monaco da parte di ultras catanesi a bordo della nave traghetto durante il viaggio per raggiungere Potenza, già prevedibile alla luce dello striscione intimidatorio esposto in città e di quanto denunciato dal nostro amministratore delegato in occasione della conferenza stampa di ieri, ci obbliga a fermarci. Conseguentemente, la squadra rientra a Catania".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...