Ceferin: "Superlega sputo in faccia a chi ama il calcio. Agnelli la delusione più grande, che bugiardo!"

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Aleksander Ceferin, Il presidente dell'Uefa, ha risposto al comunicato e alla nascita della SuperLega, a margine della conferenza stampa del Comitato esecutivo di Montreaux. Duro attacco nei confronti dei 12 club 'dissidenti' e anche nei confronti di Andrea Agnelli (Ceferin aveva fatto da padrino alla figlia di Agnelli). Ecco le sue parole riprese da calciomercato.com.

SuperLega?

"Non posso che sottolineare più fortemente che l'Uefa e il mondo del calcio sono uniti contro la vergognosa proposta egoistica di alcuni club motivati dall'avidità e nient'altro. Siamo tutti uniti contro questa sciocchezza di un progetto. Ai giocatori che parteciperanno a una lega chiusa sarà vietato di giocare ai Mondiali e agli Europei. Non potranno giocare per le loro nazionali. L'Uefa distribuisce il 90% dei ricavi reinvestendoli nel calcio, l'Uefa non è solo una questione di soldi, la Superlega sì.Sono gli interessi di una dozzina, non vorrei chiamarli quella sporca dozzina. Il principio di base non può cambiare, la solidarietà è qualcosa di eterno. Ma per qualche persona la solidarietà non esiste, l’unica cosa che esiste è il denaro nelle loro tasche. Vorrei ringraziare tutta la famiglia del calcio, anche i club, tranne quei 12. E grazie ai governi. Questa idea è uno sputo sul viso di quelli che amano il calcio. Non lasceremo che ci portino via il calcio".

Agnelli e Ceferin | ANDREAS SOLARO/Getty Images
Agnelli e Ceferin | ANDREAS SOLARO/Getty Images

Andrea Agnelli?

"Non parlerò molto di Agnelli, è una delle più grandi delusioni, anzi la più grande delusione. Non ho mai visto una persona che potesse mentire così di continuo, è veramente incredibile. Ho parlato con lui sabato pomeriggio, ha detto che si trattava solo di voci, che non c’era nulla sotto. Ha detto che mi avrebbe richiamato e poi ha spento il telefono".

Segui 90min su Facebook per restare aggiornato sulle ultime news della SuperLega.