Cellino: "Balotelli giocatore come un altro, la squadra lo aiuti"

Adx/Int2

Roma, 8 nov. (askanews) - "Per me è un giocatore come gli altri che quindi può scendere in campo, andare in panchina o anche in tribuna. Professionalmente è esemplare, in questo momento però non è lui che deve aiutare la squadra, ma viceversa. E ci salveremo con il gruppo dell'anno scorso". Così il presidente Massimo Cellino alla vigilia di Brescia-Torino, primo match dopo il cambio di allenatore voluto dal numero uno delle Rondinelle, con Eugenio Corini che è stato sostituito da Fabio Grosso. "La classifica era importante per Corini, non per me - continua Cellino - Ad un certo punto non si è più sentito tranquillo,ma l'ho fatto diventare insicuro io. Grosso? L'ho chiamato che ero a Londra e in tre ore mi ha raggiunto. Mi ha fatto un'impressione eccezionale, è un allenatore in crescita che si deve completare e lo riconosce".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...