Cessione Milan, giudice USA dà il via libera a Blue Skye per ottenere i documenti per la causa contro Elliott

Ancora acque agitate in casa Milan. Un giudice statunitense ha autorizzato il socio di minoranza del Milan Blue Skye a ottenere documenti nel tentativo legale di impedire al fondo statunitense Elliott Investment Management di portare a termine la vendita della maggioranza del club rossonero, sulla base di una valutazione di 1,2 miliardi di euro della squadra di calcio italiana, come riportato da Calcioefinanza.

LA CAUSA - Blue Skye Financial Partners, che possiede il 4,27% di Project Redblack (la società che controlla il 100% di Rossoneri Sport Investment Sarl e che a sua volta controlla il 99,93% del Milan), ha accusato Elliott di aver violato i suoi diritti impegnandosi in diversi mesi di trattative «a porte chiuse» per portare a termine la cessione della maggioranza del club a RedBird Capital.Pause

LA DECISIONE DEL GIUDICE - In un’ordinanza del 5 luglio, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Katherine Polk Failla a Manhattan ha affermato che Blue Skye ha soddisfatto gli standard legali per ottenere un numero “limitato” di documenti richiesto da utilizzare nelle azioni giudiziarie in Lussemburgo per bloccare la cessione o ottenere un risarcimento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli