Cessione Roma, cambio di proprietà questione di ore

friedkin
friedkin

Durante le vacanze di Natale Pallotta e Friedkin avrebbero trovato l’accordo per la cessione della Roma. Data di scadenza per il cambio al vertice è prevista per il 31 dicembre,

Cessione Roma, ormai è solo questione di ore

La Roma viaggia spedita in campionato, convinta dei propri mezzi, e dal 2020 anche a livello societario qualcosa cambierà. Nelle ultime settimane si era parlato tanto di un possibile passaggio della proprietà a Friedkin, altro magnate americano interessato al club, ma prima delle vacanze natalizie tutto era evaporato. Ora i tifosi possono stare tranquilli, perché l’accordo è stato trovato, come riporta il Messaggero: “La negoziazione è in una fase caldissima, stavolta ci siamo. La cessione è imminente, questione di ore”.

Secondo quanto raccolto dal quotidiano romano, il presidente attuale Pallotta e Friedkin si sarebbero incontrati lunedì 23 dicembre non in Italia, ma a Londra e Los Angeles, dove tramite collegamento wireless hanno potuto discutere del passaggio, con annnessa cifra di 780 milioni per l’acquisizione totale del club. Pallotta ha già mandato tutta la documentazione per ufficilizzare la trattativa. In essa però non è inclusa la costruzione del nuovo stadio, visto che la società giallorossa non ha ancora ricevuto il placet dal comune capitolino. Non appena giunta la notizia, hanno incominciato a squillare telefoni di calciatori, dirigenti e procuratori, perché da gennaio le cose cambieranno e tutti dovranno essere pronti a dare di più, per riportare la Roma dove le compete.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...