Champions League, 6ª giornata - Avanti Shakhtar e Liverpool, Real secondo

Lo Shakhtar supera il Manchester City e si qualifica agli ottavi di Champions, retrocedendo il Napoli in Europa League. Goleade per Liverpool e Porto.

GRUPPO E

LIVERPOOL-SPARTAK MOSCA 7-0 [4’ rig. Coutinho, 15’ Coutinho, 19’ Firmino, 47’ Mané, 50’ Coutinho, 76’ Mané, 86’ Salha] - Bastava un pareggio al Liverpool per assicurarsi l’approdo agli ottavi di finale, la squadra allenata da Jurgen Klopp invece, dilaga ad Anfield contro lo Spartak prendendosi anche il primo posto nel girone. Tutto facile per i Reds che trovano la rete del vantaggio già al 4’ quando Coutinho realizza un calcio di rigore assegnato per fallo in area di Dzhikiya su Salah. Al 15’ è ancora il campione brasiliano a siglare il goal del raddoppio chiudendo una splendida azione confezionata dal duo Salah-Firmino. Partita chiusa già al 19’ quando proprio Firmino raccoglie in area un pallone respinto da un difensore avversario e calcia di destro a botta sicura battendo Selikhov per il 3-0.  Nella ripresa sono Mané (al 47’ ed al 76’) e ancora lo scatenato Coutinho (al 50’) a realizzare i goal che valgono il  6-0. Nel finale, non poteva mancare la firma di Salah che porta il bottino a sette. Reds quindi avanti da primi del gruppo, lo Spartak scende in Europa League.

MARIBOR-SIVIGLIA 1-1 [10’ Tavares (M), 75’ Ganso (S)] - Pareggio esterno per il Siviglia che, in virtù della debacle dello Spartak a Liverpool, si assicura il secondo posto nel girone ed il conseguente approdo agli ottavi di finale. Padroni di casa (che chiudono all’ultimo posto) avanti al 10’ quando Tavares, servito da un cross dalla destra di Milec, lasciato colpevolmente solo batte Rico con un colpo di testa. Il pareggio del Siviglia al 75’ quando Ganso, favorito da una papera di Handanovic, trova con un sinistro dal limite l’1-1. Gli iberici chiudono con 9 punti in cascina.

GRUPPO F

SHAKHTAR DONETSK-MANCHESTER CITY 2-1 [26’ Bernard (S), 32’ Ismaily (S), 92’ rig. Aguero (M)] - Lo Shakhtar si impone per 2-0 sul Manchester City e mette in cascina i punti che gli consentono di approdare agli ottavi di finale, condannando il Napoli alla discesa in Europa League. Ucraini in vantaggio al 26’ quando Bernard riesce ad entrare indisturbato in area e, da posizione defilata lascia partire un destro a giro che trafigge Ederson. Il raddoppio porta la firma di Ismaily che, al 32’, raggiunto da un lungo lancio di Marlos, si lancia nella prateria concessa dai difensori del City, dribbla Ederson ed insacca a porta vuota. In pieno recupero, la rete della bandiera per i Citizens è realizzata da Aguero su calcio di rigore. La squadra di Guardiola vince il girone con 15 punti, Shakhar secondo a quota 12.

FEYENOORD-NAPOLI 2-1 [2’ Zielinski (N), 33’ Jorgensen (F), 92’ St. Juste (F)] - Clicca qui per il resoconto completo

GRUPPO G

PORTO-MONACO 5-2 [9’ Aboubakar (P), 33’ Aboubakar (P), 45’ Brahimi (P), 61’ rig. Gli (M), 66’ Telles (P), 78’ Falcao (M), 88’ Soares (P)] - Al Porto basta un tempo per archiviare la pratica Monaco e garantirsi il secondo posto nel Gruppo G. Tutto facile per i lusitani che, contro i monegaschi già certi dell’ultimo posto nel girone, trovano il vantaggio al 9’ con Aboubakar che elude la trappola del fuorigioco e dalla corta distanza trafigge Benaglio. Ancora di Aboubakar la rete del raddoppio, con l’attaccante del Porto che servito da Pereira mette a sedere Glik e trova la doppietta personale. Di Brahimi al 45’ la rete che chiude definitivamente i giochi.  Nella ripresa, al 61’, il goal che consente dei campioni di Francia di accorciare è realizzato da Glik su calcio di rigore, mentre è Telles a calare il poker per i lusitani, con Falcao che al 78’ realizza il goal che vale il 4-2. La manita del Porto porta la firma di Soares che, all’88’, trova la rete del definitivo 5-2.

LIPSIA-BESIKTAS 1-2 [10’ rig. Negredo (B), 87’ Keita (L), 90’ Talisca (B)] - Chiude in bellezza il Besiktas che, già matematicamente certo della qualificazione, si impone anche sul campo di un Lipsia che dovrà accontentarsi di continuare il suo cammino europeo in Europa League. Turchi avanti al 10’ con Negredo che dal dischetto realizza un calcio di rigore assegnato per fallo in area di Orban su Lens. Finale incandescente con Keita che all’87’ trova la rete del pareggio, la gioia dei tedeschi dura però solo 3’ visto che al 90’ Talisca regala la vittoria agli ospiti.

GRUPPO H

TOTTENHAM-APOEL 3-0 [20’ Llorente, 38’ Son Heung-Min, 80’ N’Koudou] - Si chiude con una vittoria il percorso quasi netto del Tottenham nel Gruppo H. A Londra, tutto facile per gli Spurs che trovano il vantaggio già al 10’ con Llorente che, servito da un cross basso di Aurier, è bravo a stoppare e a girarsi in un fazzoletto per la battuta a rete. Al 38’ il raddoppio è realizzato da Son Heung-Min che, dopo aver duettato al limite proprio con Llorente, lascia partire un bel sinistro a giro che non lascia scampo a Perez. Nella ripresa, a 10’ dal termine, è N’Koudou a calare il tris. Gli uomini di Pochettino vincono il girone con 16 punti in classifica, ultimo l’APOEL a quota 2.

REAL MADRID-BORUSSIA DORTMUND 3-2 [8’ Mayoral (R), 13’ Cristiano Ronaldo (R), 43’ Aubameyang (B), 49’ Aubameyang (B), 81’ Vazquez (R)] - Già certo della qualificazione agli ottavi di finale, il Real Madrid chiude la fase a gironi con un pirotecnico 3-2 con il Borussia Dortmund. Campioni d’Europa avanti già all’8’ con Borja Mayoral che, servito da Isco, da distanza ravvicinata supera Burki. Al 13’ il capolavoro di Cristiano Ronaldo che controlla dal vertice sinistro dell’area di rigore e lascia partire un missile con pallone che va ad infilarsi sotto l’incrocio dei pali opposto per il 2-0. Il fuoriclasse lusitano diventa il primo giocatore della storia della Champions a riuscire a segnare in tutte le partite del girone. Quando la partita sembra ormai decisa, è Aubameyang a riaprirla al 43’  con un colpo di testa in tuffo su cross dalla sinistra di Schmelzer. Al 49’ è ancora il campione gabonese a trovare il pareggio ribadendo in rete con un preciso pallonetto un pallone respinto da Navas. Di Lucas Vazquez il goal che all’81’ regala i tre punti ai Blancos. Tedeschi in Europa League nonostante gli appena due punti totalizzati.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità