Champions League, addio gironi: domani leghe discutono nuovo format

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 feb. (askanews) - La Champions League come l'abbiamo conosciuta finora è destinata a scomparire. La Premier League e le altre principali leghe europee discuteranno domani il nuovo format della più importante (e ricca) competizione europea per club, che la UEFA intende lanciare a partire dalla stagione 2024-25.

Sarà convocata un'assemblea generale straordinaria di tutte le leghe affiliate all'Eca (Associazione dei Club europei) per discutere la proposta della Uefa di riformare la competizione più prestigiosa del continente e scongiurare la minaccia di una Superlega europea.

L'organo che governa il calcio europeo ha proposto l'abolizione del formato degli otto gironi da quattro squadra e la sua sostituzione con un campionato in cui a ogni squadra sono garantite più partite - almeno dieci - nel cosiddetto "sistema svizzero".

L'aumento da sei partite (tante ne gioca attualmente chi esce alla fase a gironi) a dieci in autunno avrebbe implicazioni di calendario per i campionati nazionali europei e, dal punto di vista dell'Inghilterra, avrebbe ovviamente un impatto sulla Coppa di Lega (Carabao Cup). Il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, ha dichiarato che sarebbe "meglio per tutti" se la competizione fosse abolita.

Non è chiaro se le leghe approveranno la proposta della Uefa o chiederanno ulteriore tempo per esaminarla, ma il tempo potrebbe essere un fattore dato lo slancio che sta accompagnando la Superlega europea.

Il Real Madrid, a quanto filtrato, è tra i club capofila del progetto 'separatista', che la FIFA e le sei confederazioni continentali - Uefa compresa - hanno annunciato che non sarà riconosciuta. La Fifa ha avvertito che qualunque giocatore coinvolto nella Superlega sarebbe escluso dalle competizioni internazionali come i Mondiali.

L'organo che governa il calcio europeo ha consultato le parti interessate sulle sue proposte per rinnovare le sue competizioni dalla stagione 2024-25 in poi, comprese le leghe europee e l'Eca.