Champions, ora i gialli si azzerano: la Juventus 'ritrova' Cuadrado-Mandzukic

In Champions, a partire dalle semifinali, si azzera il conto dei cartellini gialli: buone notizie per la Juve, via la diffida per Cuadrado-Mandzukic.

Sorride la Juventus ad una settimana di distanza dalla sfida col Monaco, in programma al 'Louis II' di Montecarlo e valida per l'andata delle semifinali di Champions League. La UEFA conferma: da questo momento del torneo in poi, non vengono più considerate le ammonizioni comminate in precedenza.

Questo significa che la Juventus si ritrova due giocatori che erano sotto diffida completamente 'immacolati': trattasi di Juan Cuadrado e Mario Mandzukic, peraltro due pedine fondamentali nel 4-2-3-1 scelto da Allegri, modulo in cui ricoprono il ruolo di attaccanti esterni (il primo a destra e il secondo a sinistra).

"Tutti i cartellini gialli vengono azzerati alla fine dei quarti di finale. Le ammonizioni accumulate sino ai quarti non vengono quindi conteggiate in semifinale", recita il regolamento UEFA in materia. Confermata, quindi, la disposizione vigente dall'inizio della stagione 2014-15.

Naturalmente il discorso non vale per quei giocatori che hanno maturato una squalifica nel ritorno dei quarti di finale. Sami Khedira, ammonito (sotto diffida) nella gara del 'Camp Nou' contro il Barcellona, sarà costretto a saltare il match d'andata col Monaco.

Se la Juventus festeggia la cancellazione delle diffide per Cuadrado e Mandzukic, sono addirittura cinque i giocatori della squadra del Principato che si ritrovano ora senza gialli arretrati: in primis il bomber Radamel Falcao, oltre ai vari Germain, Lemar, Jemerson e Sidibè. Benedetta regola, staranno pensando Allegri e Jardim.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità