Chelsea, Drogba: "Ho rifiutato di tornare come allenatore"

Goal.com
Didier Drogba era stato contattato dal Chelsea per il ruolo di allenatore: "Voglio candidarmi per la presidenza della Federcalcio ivoriana".
Didier Drogba era stato contattato dal Chelsea per il ruolo di allenatore: "Voglio candidarmi per la presidenza della Federcalcio ivoriana".

Alla fine la scelta è ricaduta su Frank Lampard ma il Chelsea aveva provato a convincere un'altra leggenda per il compito di allenatore al posto di Maurizio Sarri: trattasi di Didier Drogba, che a Londra ha lasciato un segno ancora tangibile.

L'ex attaccante ha rivelato l'offerta fattagli dai 'Blues', gentilmente respinta per soddisfare le sue ambizioni riguardanti la candidatura come presidente della Federcalcio ivoriana. Queste le sue dichiarazioni riportate da 'RMC Sport'.

"Sono un leader, la mia visione va al di là del ruolo di allenatore: un tecnico ha un impatto su un solo club, io voglio un impatto su un'intera nazione. Voglio che si torni a pensare al calcio con una visione di ampio respiro nazionale. I mezzi e il potenziale per sviluppare questa idea ci sono. In Costa d'Avorio ci sono molte persone competenti che possono accompagnarmi in questo progetto".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

L'elezione del presidente della IFF è in programma per fine 2019, quando si esaurirà l'ultimo mandato dell'attuale presidente Augustin Sidy Diallo, in carica dal 2011. Drogba ha però negato che tale scelta possa avere sfumature di carattere politico.

"No, davvero, ciò non fa parte del mio piano. Non c'è bisogno di essere un capo di stato per dare una mano allo sviluppo di un Paese".

Drogba vuole rinnovare il movimento calcistico ivoriano: dal 2015 (anno del successo in Coppa d'Africa) sono arrivate solo delusioni come la mancata partecipazione ai Mondiali di Russia nel 2018, dopo tre edizioni consecutive che avevano visto protagonisti gli 'Elefanti'.

Potrebbe interessarti anche...