Chelsea scatenato sul mercato: coinvolte Inter, Juve, Milan, Lazio e Napoli

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il Chelsea è passato da Roman Abramovich a Todd Boehly, ma è sempre protagonista sul mercato. Diciannove anni fa, nel 2003, il magnate russo comprò il club inglese e investì oltre 150 milioni di euro per acquistare 11 nuovi calciatori: Crespo, Veron, Mutu, Makelele, Geremi, Duff, Bridge, Smertin, Glen Johnson, Joe Cole e Ambrosio.

Dopo aver perso a parametro zero i difensori Rudiger (andato al Real Madrid) e Christensen (passato al Barcellona), il Chelsea ha preso Koulibaly dal Napoli per 40 milioni di euro. In attacco Lukaku è tornato in prestito all'Inter (a cui sono stati chiesti finora invano Skriniar, Dumfries e Casadei), poi è arrivato Sterling dal Manchester City per 55 milioni.

La stessa cifra offerta al Brighton (dato sulle tracce di Udogie dell'Udinese) per il terzino sinistro spagnolo Cucurella, soffiato alla squadra campione d'Inghilterra allenata da Guardiola. Nello stesso ruolo è rientrato dal prestito al Lione il nazionale italiano Emerson Palmieri, ora nel mirino della Lazio. Invece l'ex viola Marcos Alonso è cercato dal Barcellona, interessato pure ad Azpilicueta.

Il club catalano del presidente Laporta al Chelsea chiede 80 milioni di euro per il centrocampista olandese Frenkie de Jong, ex Ajax. Intanto nello stesso reparto i Blues hanno soffiato al Milan il giovane inglese dell'Aston Villa, Carney Chukwuemeka, pagato quasi 25 milioni di euro. I rossoneri potrebbero essere "risarciti" con il prestito del nazionale marocchino (con passaporto olandese) Hakim Ziyech, ex Ajax.

In uscita dal Chelsea ci sono poi il portiere spagnolo Kepa (nel mirino del Napoli), i difensori Ampadu (rientrato dal prestito al Venezia e ora richiesto dallo Spezia) e Sarr (destinato al Monaco) oltre all'attaccante tedesco Werner. Quest'ultimo, monitorato pure dalla Juventus, vuole tornare in patria al Lipsia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli