Chi è Saelemaekers, giovane esterno belga che ha convinto il Milan

Goal.com
Dopo Robinson il Milan abbraccia anche Saelemaekers: l'esterno belga è arrivato a Linate per visite mediche e firma coi rossoneri.
Dopo Robinson il Milan abbraccia anche Saelemaekers: l'esterno belga è arrivato a Linate per visite mediche e firma coi rossoneri.

Dopo la cessione di Suso al Siviglia, il Milan si è fiondata sul calciomercato per trovare un nuovo esterno d'attacco che possa cogliere l'eredità del calciatore spagnolo. Ebbene, Maldini, Massara e Boban hanno messo le mani su Alexis Saelemaekers, classe 1999 dell'Anderlecht ed esterno 'jolly' belga.

Secondo le ultimi notizie di 'Sky Sport', il Milan ha praticamente trovato l'accordo con il club ed il giocatore: si tratta di un acquisto basato sul prestito con diritto di riscatto, a cifre totali di circa 6,7 milioni di euro. Resta da capire se il diritto di riscatto scatterà a condizioni 'semplici'. Venerdì dovrebbe arrivare già a Milano per le visite mediche.

Ma conosciamo meglio Alexis Saelemaekers. Classe 1999, nella sua breve carriera fino a questo punto ha sempre e solo vestito la maglia dell'Anderlecht, dalle giovanili fino alla prima squadra, dove gioca ovviamente adesso.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

È un esterno destro d'attacco, che può giocare sia in un 4-3-3 che in un 4-4-2 (attuale modulo del Milan di Stefano Pioli). Fisico non troppo imponente, di piede destro, il che lo porta a giocare all'occorrenza anche sulla fascia opposta, in modo da poter rientrare sul destro per il tiro.

Arriva per sostituire Suso, come detto, ma fino all'anno scorso ha giocato spesso e volentieri come terzino destro (con spiccate doti offensive).

Rispecchia il prototipo dell'acquisto-tipo del Milan (al netto di Ibrahimovic): giovane, di sicuro avvenire e cresciuto in una scuola prestigiosa come quella dell'Anderlecht.

In questa stagione, nel campionato belga, ha giocato 16 partite, siglando 2 goal e 2 assist. Ha nel dribbling e nella tecnica individuale pura le sue armi migliori; dovrà come sempre passare dall'ambientamento in Italia, alla Serie A, e assorbire i dettami tattici di Stefano Pioli.

Il Milan ha comunque in pugno uno dei migliori talenti del calcio belga, pronto a sbocciare nei prossimi mesi e anni in Serie A.

Potrebbe interessarti anche...