Chi sono le tre ricercatrici italiane che hanno isolato il coronavirus

Yahoo Notizie

A isolare il coronavirus allo Spallanzani di Roma è stato un team italiano guidato da tre ricercatrici. Ecco chi sono le tre protagoniste dell'impresa che consentirà di sviluppare terapie ed un possibile vaccino.

SFOGLIA LA GALLERY - Il nuovo ospedale di Wuhan è pronto

Maria Capobianchi è la direttrice del laboratorio di Virologia dell'Inmi Spallanzani. Nata a Procida, ha 67 anni ed è laureata in scienze biologiche con una specializzazione in microbiologia.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Concetta Castilletti, 56enne siciliana di Ragusa, è la responsabile della Unità dei virus emergenti, specializzata in microbiologia e virologia.

VIDEO - Coronavirus, la mascherina serve davvero?

La giovane ricercatrice Francesca Colavita, 30 anni di Campobasso, da 4 anni è al lavoro nel laboratorio dopo diverse missioni in Sierra Leone per fronteggiare l'emergenza Ebola. Allo 'Spallanzani' ha un contratto di collaborazione e lavora presso il laboratorio di Virologia e Biosicurezza.

LEGGI ANCHE - Il ministro Speranza: “Abbiamo isolato il coronavirus”

"Abbiamo cullato il virus e abbiamo avuto anche un po' di fortuna”, ha fatto sapere all’Ansa Concetta Castilletti. "Sono abituati a questo genere di emergenze a casa mia - ha aggiunto - anche perché io non mi ricordo una vita diversa da questa. E' sempre stato così".

"Ho vissuto la grande emergenza della Sars, di Ebola, dell'influenza suina, della chikungunya, e insieme ai miei colleghi siamo stati spesso in Africa. E' un lavoro che mi piace moltissimo e non potrei fare altro. Ma la vittoria e' di tutto il team. Eravamo tutti impegnati, tutta la squadra. Abbiamo un laboratorio all'avanguardia, impegnato 24 ore su 24 in questo genere di emergenze".

VIDEO - Conte, confermati primi due casi di coronavirus in Italia

Potrebbe interessarti anche...