Chiesa nel segno di Baggio, indispensabile per l'Italia e per la Juve: no alle follie del Bayern Monaco

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Devastante, sotto gli occhi del padre. Federico Chiesa contro la Bulgaria ha ripreso esattamente da dove aveva finito, all'Europeo come nella sfida di qualificazione a Qatar 2022 è stato l'uomo in più dell'Italia di Mancini. Nel deludente 1-1 di Firenze è stato l'unico a brillare, con una prova intensa, aggressiva, di grande qualità ricamata dallo splendido gol del momentaneo vantaggio, segnato davanti a papà Enrico. Un tiro preciso da fuori area, proprio come quello di Baggio al Mondiale 1994, ​l'ultimo giocatore della Juventus ad aver segnato da fuori area, alla Bulgaria. Curiosità che nell'economia della partita conta fin a un certo punto, ma che serve per confermare la nuova dimensione di Federico da Genova, ormai diventato una certezza anche in zona gol.

NON SI TOCCA - Una crescita esponenziale di un giocatore che la Juve ha scelto, insieme a Dybala, per ripartire dopo l'addio di Cristiano Ronaldo. Un'investitura arrivata in estate, una responsabilità che l'ex Fiorentina è pronto a prendersi. Chiesa è indispensabile e intoccabile per Mancini e per la Juve, non a caso quest'estate è stato respinto ogni tentativo dei grandi club esteri. Tra questi Liverpool e Bayern Monaco, che secondo la stampa tedesca era pronto a mettere sul tavolo 80 milioni di euro per regalarlo a Nagelsmann, suo grande estimatore. Chiesa non si tocca, è un patrimonio bianconero. E azzurro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli