Chievo-Torino 1-3: Tris al Bentegodi, ripartono i granata

Ljajic, Zappacosta e Iago Falque regalano al Torino il secondo successo esterno di fila: inutile il goal di Pellissier per un Chievo al 5° ko di fila.

Il Torino c'è, il Chievo non più. Il verdetto emesso dalla gara del Bentegodi è questo: tra due formazioni che non hanno più obiettivi in palio, ad avere la meglio è quella che meglio riesce a entrare in partita. Anche grazie a un grande Adem Ljajic, protagonista e autore di un bel goal. La squadra di Mihajlovic rimane al 9° posto in classifica e mostra di poter concludere in maniera più che degna il proprio campionato a due facce.

Maran non ha a disposizione Meggiorini, che ha concluso la stagione per infortunio: davanti c'è Inglese assieme a Pellissier, con Birsa alle spalle della coppia. Esordio dal 1' in A per il giovanissimo Depaoli, classe '97: disputerà una buona gara. Mihajlovic conferma invece il 4-2-3-1 delle prossime settimane, ed è una scelta che gli porterà fortuna.

Potenzialmente interessante anche nel primo tempo, con qualche occasione creata soprattutto dal Torino e una traversa scheggiata da Boyé, la gara si infiamma nella ripresa: i granata vanno in doppio vantaggio grazie a Ljajic e Zappacosta, prendono un leggero spavento quando l'intramontabile Pellissier accorcia le distanze, poi chiudono definitivamente i conti con un sinistro (deviato) di Iago Falque.

Seconda vittoria in due sfide contro il Chievo per il Toro, che aveva già prevalso all'andata. E secondo successo di fila in trasferta per gli uomini di Mihajlovic, che da quando è passato al 4-2-3-1 sembra avere trovato la quadratura del cerchio. Ancora male, invece, il Chievo: già salvissima da tempo, la squadra di Maran colleziona la quinta sconfitta di fila.

I GOAL

52' LJAJIC 0-1 – Iago Falque tocca verso il limite dell'area per Belotti, che fa sponda per Ljajic: destro secco e pallone che termina imparabilmente alle spalle di Sorrentino.

56' ZAPPACOSTA 0-2 – Angolo di Iago da sinistra, la difesa del Chievo libera solo parzialmente e l'ex atalantino estrae la gemma: destro di controbalzo sul palo più lontano e goal stupendo.

65' PELLISSIER 1-2 – Inglese tocca dentro per il capitano gialloblù, che scatta in posizione irregolare e beffa Hart con un tocco sotto.

75' IAGO FALQUE 1-3 - Belotti va a contrasto con Radovanovic, il pallone arriva allo spagnolo che con un sinistro (deviato da Dainelli) non concede possibilità di replica a Sorrentino.

I MIGLIORI

CHIEVO: PELLISSIER. Pur con i suoi 38 anni, non molla mai. Anima offensiva del Chievo, segna il goal che riapre parzialmente la contesa.

TORINO: LJAJIC. Ci prova nel primo tempo senza fortuna, ci riprova nella ripresa e stavolta porta avanti il Torino. Indomito e sempre nel vivo del gioco.

I PEGGIORI

CHIEVO: RADOVANOVIC. Il pallone perso nel contrasto che origina il tris di Iago Falque è la macchia più evidente di una partita poco brillante.

TORINO: BELOTTI. Più che il peggiore, il meno in palla del Torino. Non segna e ha poche occasioni per far male su azione, e nemmeno su punizione riesce a incidere.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità