Chiusura pesante per le Borse europee, Milano -1,84%

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 21 gen. (askanews) - Pur allontandosi sul finale dai minimi di giornata, Piazza Affari e le Borse europee archiviano l'ultima seduta della settimana con pesanti ribassi, in scia scia ai timori di un'accelerazione dell'inasprimento monetario della Fed contro l'inflazione e ad alcune trimestrali Usa deludenti, come Netflix, che crolla a Wall Street. A Milano l'indice principale Ftse Mib ha lasciato sul terreno l'1,84%, scendendo a 27.061 punti; Francoforte ha perso l'1,97%, Parigi l'1,75%, Madrid l'1,36%, Londra l'1,21%.

A Piazza Affari, tra i titoli del listino principale dalla pioggia di vendite si salva solo Intesa Sanpaolo (+0,02), spinta dai report positivi di alcune banche d'affari. Maglia nera ad Amplifon (-4,11%), Prysmian (-3,79%) e Tenaris (-3,76%). Stellantis ha perso il 3,54% dopo che il gruppo cinese Dongfeng ha annunciato la cessione di una parte della quota detenuta nel gruppo, pari all'1,1%.

Sul fronte dei nostri titoli di Stato, lo spread ha chiuso a 141 punti, con il rendimento del Btp decennale all'1,35%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli