Ciclismo, caso Pantani: aperto fascicolo per omicidio a carico di ignoti

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
IREUTERS/Stefano Rellandini
REUTERS/Stefano Rellandini

Sulla morte di Marco Pantani, il cui corpo fu ritrovato privo di vita il 14 febbraio 2004 nel residence Le Rose di Rimini, è stata aperta l'inchiesta per la terza volta. Si tratta di un fascicolo per omicidio contro ignoti. aperto. Secondo quanto riferito dall'avvocato Fiorenzo Alessi, legale della famiglia del ciclista, il fascicolo è stato avviato dopo l'invio dell'informativa della commissione parlamentare antimafia alla Procura riminese, nel 2019.

Nel 2016 l'inchiesta bis fu archiviata e l'omicidio escluso. Ma di recente, la madre del Pirata, Tonina Belletti, ha chiesto di fare nuove ricerche per capire una volta per tutte se il figlio sia morto per un mix di antidepressivi e cocaina o se ci siano altre motivazioni. 

VIDEO - Chi è Marco Pantani?

"Marco è stato ucciso, l'ho conosciuto 5-6 mesi prima che morisse e di certo non mi è sembrata una persona che si voleva uccidere. Era perennemente alla ricerca della verità sui fatti di Madonna di Campiglio, ha sempre detto che non si era dopato", aveva detto alla commissione parlamentare antimafia a gennaio 2020 Fabio Miradossa, il pusher che patteggiò nel 2005 una pena per spaccio legato alla morte di Pantani.

VIDEO - Doping, i casi più famosi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli