Cile, classifica pazza a 3 turni dal termine: in 12 possono vincere il titolo

Tra il Colo Colo 1° e il San Luis 12° ci sono appena 8 lunghezze: con 9 punti in palio, matematicamente tutti possono ancora laurearsi campioni.

In Germania ha già trionfato il Bayern Monaco; in Italia da 6 anni non c'è spazio che per la Juventus; in Francia il PSG arriva da 4 titoli di fila; in Spagna Barcellona e Real Madrid si suddividono da una quindicina d'anni la Liga. Ma c'è un torneo in cui la situazione è completamente opposta: quello cileno.

A 3 giornate dalla conclusione del Clausura, la situazione è un inno all'equilibrio e alla concorrenza. A comandare è il Colo Colo dell'ex parmense Jaime Valdes, ma dietro è bagarre totale: 22 punti per il Cacique, 21 per Deportes Iquique e Universidad de Chile, 20 per Union Española e O'Higgins. 5 squadre racchiuse nel ristretto spazio di un paio di punti: un delirio. Che diventa totale man mano che si scorre la classifica.

Le lunghezze che separano il Colo Colo dalla dodicesima, il San Luis, sono infatti appena 8. Il che significa che, con 9 punti in palio da qui al termine del campionato, 12 formazioni sulle 16 che partecipano al campionato hanno incredibilmente ancora chance matematiche di laurearsi campioni.

Certo, un conto è la matematica e un'altra sono le reali possibilità delle formazioni di metà e medio-bassa classifica, che dovrebbero approfittare di una combinazione di risultati francamente irrealizzabile negli ultimi 270 minuti del torneo. Però è lo stesso inusuale assistere a una graduatoria simile a poche giornate dalla conclusione.

Un finale elettrizzante e senza una favorita: non trionferà il San Luis, e nemmeno il Deportes Temuco e l'Huachipato (rispettivamente decimo e undicesimo), ma a separare il Colo Colo dalla nona, l'Audax Italiano, ci sono per dire appena 5 punti. Un finale elettrizzante come poche volte nella storia del calcio.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità