In Cina Vince Ricciardo, Verstappen sperona Vettel ottavo

Adx/Int2
Askanews

Roma, 15 apr. (askanews) - Il trionfo di Daniel Ricciardo nel Gp della Cina, terza prova del mondiale di Formula1. Ma anche la rabbia di Sebastian Vettel, giunto ottavo e messo ko da Max Verstappen. Sul podio salgono anche Bottas e Raikkonen con Hamilton quarto e Verstappen quinto, ma la scena di oggi è tutta della Red Bull e dell'australiano che sfrutta un azzeccato cambio gomme in regime di Safety car e con tre super sorpassi vince il GP. Dopo una partenza con un Vettel molto aggressivo che chiude le porte a Raikkonen che sfila fino alla quarta piazza superato da Bottas e Verstappen, il primo momento chiave della gara è stato alla prima sosta.

Bottas si ferma un giro prima rispetto a Vettel per montare la gomma bianca. Quel giro con la mescola nuova basta al finlandese, che rimonta 3.4" a Vettel, prendendosi la prima posizione complice anche un pit stop un po' lento per il tedesco. La Ferrari a questo punto tiene in pista Raikkonen per frenare Bottas che riesce a superare il ferrarista. Al giro 31, però, la safety car che decide il Gran Premio. Incidente tra i due Toro Rosso. Le due Red Bull rientrano subito per cambiare le gomme ed è Ricciardo Show. Raikkonen, Vettel, Bottas, uno dopo l'altro crollano tutti sotto i suoi sorpassi. Verstappen ci mette del suo. Duella con un anonimo Hamilton, poi attacca Vettel allora terzo: prova ad infilarsi in staccata ma finisce dritto nella pancia della SF71H. Una manovra azzardata, perché Vettel aveva già cominciato la sua curva, costata la gara proprio al tedesco, che con la sua Ferrari rovinata ha potuto solo limitare i danni e chiudere in ottava piazza, superato anche da Alonso. Per Verstappen 10" di penalizzazione. In classifica Vettel è ancora in testa con 54 punti, davanti ad Hamilton 45, Bottas, 40, Ricciardo 37, Raikkonen 30. Il 29 aprile si torna in gara per il Gp dell'Azerbaijan.

Leggi altri articoli

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità