Colloqui tra l'agente di Hauge e il Milan sul futuro del norvegese

Chiara Manetti
·1 minuto per la lettura

Jeans Petter Hauge è un talento che il Milan non vuole lasciarsi scappare. Nella sua prima stagione in maglia rossonera ha fatto vedere le sue doti tecniche, mostrando lampi da giocatore vero e segni di quello che può diventare. Lo stesso Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa del rendimento del giocatore (come riporta Milan News). Questo è ciò che ha detto: "Siamo contentissimi della sua crescita. C'è grande competitività nel suo ruolo. Lui sta facendo bene, deve continuare così. Non è il momento di parlare del futuro".

Del futuro di Hauge, però, se ne parla eccome. Secondo quanto riporta il portale norvegese vg.no (ripreso poi sempre da Milan News), Atta Aneke, procuratore di Hauge, è giunto a Milano per vedere il suo assistito. Questa sarà l’occasione per lui di sedersi al tavolo con i dirigenti del Milan Paolo Maldini e Frédéric Massara, così da capire che cosa hanno in serbo per il calciatore norvegese.

Il ragazzo è pieno di talento, il club è soddisfatto del suo sviluppo. Non ha giocato molto, anche perché in una squadra d’alto livello la concorrenza è spietata. Il Milan non vorrebbe venderlo tanto da aver escluso totalmente l’idea di mandarlo in prestito in altre squadre. Questo però potrebbe non servire per evitare la partenza di Hauge: il giocatore, infatti, vorrebbe essere impiegato di più in campo, lamentandosi dello scarso minutaggio della stagione. Ciò potrebbe portarlo lontano da Milano e le squadre interessate a lui sono tante.