Colori, date e regole: il calendario fino al 15 gennaio

Primo Piano
·2 minuto per la lettura

Scade oggi, giorno dell'Epifania, il decreto Natale. Con un provvedimento ponte, il governo ha introdotto nuove misure che avranno validità da domani, 7 gennaio al 15, quando è atteso un ulteriore Dpcm. Saranno giorni in cui monitorare l'impatto delle vacanze natalizie sulla curva dei contagi. Saranno giorni in cui si alterneranno colori e conseguenti differenti regole. Ecco il calendario per orientarsi tra i divieti.

Epifania in zona rossa

E' l'ultimo giorno di zona rossa previsto dal decreto Natale del 18 dicembre.

Si esce di casa solo con autocertificazione per ragioni di lavoro, salute e necessità.

Si può tornare nella propria residenza, domicilio o abitazione.

Resta la deroga per la visita di due persone più minori di 14 anni o persone non autosufficienti una volta al giorno a parenti o amici all'interno della propria Regione.

Coprifuoco dalle 22 alle 5.

Bar e ristoranti chiusi (solo asporto).

Negozi chiusi (aperti solo alimentari, supermercati, edicole, farmacie, parrucchieri, tabacchi e ferramenta, lavanderie, negozi per animali, giocattoli o abbigliamento sportivo).

GUARDA ANCHE: Le regole della zona rossa

7 e 8 gennaio in zona gialla "rafforzata"

Resta cioè il divieto di spostarsi tra Regioni ma all'interno c'è libertà di movimento.

Bar e ristoranti aperti fino alle 18.

Negozi aperti.

Coprifuoco dalle 22 alle 5.

9 e 10 gennaio in zona arancione

Libertà di movimento all'interno del proprio Comune.

Saranno comunque consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Bar e ristoranti chiusi (solo asporto).

Negozi aperti.

Coprifuoco dalle 22 alle 5.

GUARDA ANCHE: Le regole della zona arancione

Dall'11 al 15 gennaio

Venerdì 8 gennaio è previsto il monitoraggio dell'Iss che stabilirà la suddivisione in fasce dall'11 al 15 gennaio. La zona gialla sarà comunque "rafforzata", cioè con il divieto di spostarsi tra Regioni.

Coprifuoco dalle 22 alle 5.

Lunedì 11 dovrebbe essere anche il giorno del rientro in classe per gli studenti delle superiori. Le lezioni in presenza saranno comunque al 50 per cento e sempre se la condizione epidemiologica lo consentirà. In Veneto, Friuli Venezia Giulia e Marche lezioni a distanza fino al 31 gennaio, in Campania superiori chiuse almeno fino al 25.

GUARDA ANCHE: I saldi ai tempi del Covid