"Combatteremo il 'nazismo' in altro modo", la gaffe di Chiellini prima di Italia-Austria

·1 minuto per la lettura

'Nazismo' al posto di 'razzismo'. Il lapsus è stato del capitano dell'Italia, Giorgio Chiellini che a pochi minuti dal fischio d'inizio del match con l'Austra, vinto dagli azzurri per 2-1, ha spiegato ai microfoni della Rai la scelta della squadra di non inginocchiarsi. "Oggi credo che non ci sia nessuna richiesta. Quando capiterà qualche richiesta da altre squadre ci inginocchieremo per senso di sensibilità verso l'altra squadra. Cercheremo di combattere il nazismo con le iniziative della Federazione", ha aggiunto, "confondendo" nazismo con razzismo.

La gaffe è subito diventata trend sui social, dove si sono scatenati i commenti ironici. "È il 1944 e Giorgio Chiellini si è unito alla Resistenza Italiana. Va tutto bene", ha scritto un utente. "Chiellini ha già rivendicato la vittoria contro gli austriaci in memoria delle 5 giornate di Milano?", si legge in un altro commento. E un altro scrive: "Per sconfiggere il nazismo faranno giocare la finale in Normandia". "Chiellini: pronto ad inginocchiarmi contro i Naziskin", scrive poi un utente paragonando la gaffe del calciatore a quella fatta da Orietta Berti, che aveva detto: "Non mi dispiacerebbe fare un duetto con Madame, come con Ermal Metal, ma anche con i Naziskin".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli