Commisso alla famiglia viola: "Vi sono vicino"

Adx
Askanews

Roma, 25 mar. (askanews) - "Tutti dobbiamo fare sacrifici, ne va della nostra salute e dei nostri cari. Questa è la priorità adesso, tutto il resto, anche il calcio, viene dopo''. Rocco Commisso scrive dagli Usa ai dipendenti della Fiorentina. Commisso non nega "diverse problematiche" che le sue aziende stanno attraversando in questo momento ma tranquillizza: "Mediacom e Fiorentina sono aziende molto solide. E da questo punto di vista sono qui per aiutarvi e fare crescere nel tempo la Fiorentina: ora la nostra Famiglia Viola deve solo preoccuparsi della salute propria e dei propri cari, per il resto come vi ho detto dal primo giorno 'voi abbiate cura di me e io mi prenderò cura di voi'''. Sullo stato di salute di tutti, in particolare dei giocatori risultati positivi al coronavirus, Commisso scrive di tenersi continuamente "informato. Sento i medici e ricevo ogni giorno la situazione sulla vostra salute, quella delle vostre famiglie e non solo dei calciatori. Purtroppo anche alcuni dei nostri sono stati colpiti dal virus e stanno in ospedale, altri a casa, per fortuna nessuno è in condizioni gravi". L'invito è quello di seguire le direttive del Governo. Commisso ha raccontato di stare nella propria casa in New Jersey da 10 giorni con moglie e la figlia mentre il figlio Joseph è in isolamento a Firenze. ''Ora è il momento di rimanere uniti, solo così supereremo questa difficile crisi -ha concluso- e presto torneremo tutti assieme e ancora più forti a tenere alto il vessillo della nostra amata Famiglia Viola''. Infine un grazie per i risultati della raccolta fondi 'Forza e Cuore' a sostegno degli ospedali Careggi e S.Maria Nuova di Firenze che in pochi giorni ha superato 500.000 euro

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...