Commisso: 'La Juve ci ha rubato Chiesa dandogli molti soldi. Loro e l'Inter indebitate per un 'lavoro sporco'. Su Vlahovic...'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·3 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Ospite in questi giorni di Marina di Gioiosa Jonica, il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha ricevuto presso il Comune calabrese una targa speciale in omaggio alla sua cittadinanza, rilasciando dichiarazioni che faranno discutere: "Tutte le persone mi chiedono di Vlahovic... Io credo che Vlahovic, resterà. Questa è la mia intenzione. Oggi Milenkovic ha rinnovato, Pezzella invece forse andrà via. Il campionato? Vedo la Juve favorita: ha 200 milioni di stipendi, noi appena 70. Come hanno comprato Chiesa? Ce lo hanno "rubato" perché gli hanno dato molti soldi... ecco la differenza tra noi e la Juve: più ricavi hai e più puoi spendere. Ci sono club come Juventus, Barcellona ed Inter che sono indebitati per un "lavoro sporco". Sabato intanto sarò a Roma con la squadra, in ritiro. Quando la Fiorentina potrà puntare ai primi quattro posti? Quando tu (rivolto al giornalista, ndr) lavorerai per me".

"Ho comprato la Fiorentina nel giugno del '19 e il padre di Tommaso era in Ospedale e se n'è andato. Mi è dispiaciuto veramente molto: lo volevo invitare alla mia prima partita al Franchi. Sono partito qua da Marina di Gioiosa e nella mia vita sono successe tantissime cose. Devo ringraziare la fisarmonica e il pallone che mi hanno permesso di frequentare la Columbia University".

Il futuro della squadra: "I fiorentini sono molto critici. Ma io l'ho detto dal primo giorno: ad oggi non posso competere con le grandi potenze del calcio. E sono stato sfortunato con il Covid che ha rallentato tutto ulteriormente. Ma quest'anno abbiamo 72 milioni di ricavi, squadre come Juventus e Inter possono spendere molto di più. È il problema dell'Italia: per competere devi avere grandi ricavi. Ma quando ho provato ad investire sullo stadio si è messa di traverso la Soprintendenza che ha fatto richieste impossibili da soddisfare. In compenso però costruiremo il centro sportivo: la prima struttura di proprietà della Fiorentina".

Il calcio ha futuro come azienda? "Per i tifosi devi vincere sempre, come successo con la Juve. Hanno comprato Cristiano Ronaldo tre anni fa e dal punto di vista economico ha avuto difficoltà, perfino loro. In Europa qualcosa succederà, basti vedere cosa è successo al Barcellona. Poi in Italia ci sono squadre come Atalanta, Lazio e Napoli che hanno fatto percorsi eccezionali. Ma l'hanno fatto perché non hanno pagato niente la società".

Vlahovic? "Anche qua? Hai un'altra domanda? L'intenzione della Fiorentina è da mesi quella di tenerlo. Io quando comprai la Fiorentina dopo tre settimane l'ho portato in America. A Chicago vidi questo ragazzino alto, bello, mi impressionò. Fece un gol a New York e pensai subito: "questo è un giocatore vero". Noi lo vogliamo tenere ma ci sono di mezzo i procuratori, quelli che lo consigliano. Una situazione incredibile. Gli abbiamo proposto un contratto che aveva accettato con un grande aumento, al lordo sarebbe costato più di Ribery. Il più oneroso della storia della Fiorentina. Io a 21 anni facevo 10mila dollari all'anno, questo potrebbe fare 300mila dollari a partita. Gli dico: pensa alla tua famiglia che non sai cosa succederà domani. Io resto ottimista che resti alla Fiorentina".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli