Contagi in Veneto, individuato il Fattore X: parla Zaia

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Con i casi di coronavirus in costante aumento in Veneto, il governatore Luca Zaia ha svelato qual è secondo lui il “Fattore X” del contagio nella sua regione: "Il virus non è più lo stesso di marzo - ha dichiarato in un’intervista a Repubblica -. Nella mia regione i genetisti dell'Istituto zooprofilattico delle Venezie hanno scoperto 8 mutazioni. La variante inglese e' molto più contagiosa delle altre. Può essere questo il 'fattore x'. Aggiungo però che da quattro giorni per fortuna stiamo vedendo diminuire il numero dei malati; secondo ragionamento: è cambiato il clima. Nella prima fase avevamo tutti paura di morire, ora il virus e' diventato per certi versi più familiare, la guardia si e' abbassata".

Zaia ha precisato che "il sistema sanitario veneto sta rispondendo bene, non c'è un solo paziente Covid lasciato a terra pur continuando a curare gli altri settemila ricoverati per altre malattie. Quest'anno abbiamo registrato il record di operazioni di trapianto, continua l'immigrazione sanitaria intraregionale e siamo i primi in Italia per capacità di vaccinazione. Ribadisco il concetto: siamo ancora un modello".

GUARDA ANCHE - Vaccino Pfizer, BioNTech: cos’è e come funziona