Conte amareggiato: "Siamo tutti in discussione. Sono molto deluso. Sul rigore preferisco non parlare"

Marco Deiana
·2 minuto per la lettura

Dopo un lungo confronto con la squadra negli spogliatoi di San Siro, Antonio Conte si è presentato ai microfoni della stampa per commentare la sconfitta casalinga della sua Inter contro il Bologna. Amareggiato e deluso, il mister nerazzurro non usa mezzi termini per descrivere il proprio umore.

GUARDA ANCHE: Chi è Antonio Conte

"La delusione è enorme, tanta, per quanto mi riguarda. Mi auguro che la delusione che ho oggi ce l'abbiano anche i giocatori almeno all'1%. Sono deluso perché era una partita da portare a casa in carrozza ma siamo riusciti a perderla. Mi arrabbio con me stesso perché sono l'allenatore e quindi il responsabile di quello che accade in campo. Ho le mie responsabilità perché indirizzo la situazione in un modo o nell'altro. Giusto che sia arrabbiato prima con me stesso, poi i calciatori con loro stessi. Questo è il primo anno che lavoro all'Inter e ho preso un pacchetto preconfezionato con situazioni che c'erano già e che stiamo provando a migliorare. È giusto metterci tutti in discussione, io per primo. Sono stato chiamato per un progetto vincente e per riportare l'Inter a vincere. La vittoria non arriva dall'oggi al domani ma al contempo ci sono situazioni che lasciano molta amarezza".

"Pensavamo di essere ad uno stadio, invece siamo ad uno stadio più basso e spero che anche per i giocatori valga lo stesso. Ma è successo qualcosa di imponderabile che nelle grandi squadre non devono accadere. In questo momento significa che non siamo una grande squadra e dobbiamo lavorare per diventarlo. Qui dobbiamo sentirci tutti in discussione e da qui a fine stagione dobbiamo dimostrare di meritare l'Inter, di volerci elevare ad un livello superiore rispetto a questi anni, altrimenti prenderemo altre decisioni".

"Ho fatto i primi due cambi al 70' con la partita in totale controllo. Dopo l'ingresso di Sanchez ha pareggiato il Bologna. Fino a quel momento avevamo dominato, poi siamo stati capaci di perderla. Non capisco perché dovevo stravolgere la squadra. Sul rigore di Lautaro preferisco glissare, sono situazioni che è meglio rimangano nello spogliatoio. Potevamo fare meglio anche in quell'episodio".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A.