Conte di nuovo all'attacco di Mourinho: "Ha usato parole gravi, non dimentico…"

Quella che vede protagonisti Antonio Conte e José Mourinho, è una vicenda che ha ormai assunto i contorni di una battaglia che è molto lontana dall’essersi chiusa.

Nelle ultime settimane, gli allenatori di Chelsea e Manchester United, si sono lanciati una serie di accuse più o meno velate, che hanno reso il rapporto tra i due più teso che mai. Se da una parte Mourinho ha prima parlato di colleghi che “Fanno i clown in panchina” e poi ha ricordato i fatti del ‘Calcioscommesse’ che ha visto proprio Conte coinvolto, dall’altra l’allenatore italiano ha prima spiegato come secondo lui il portoghese soffrisse di “Demenza senile” e poi l’ha definito un “Piccolo uomo”.

La vicenda può ora vantare un nuovo capitolo visto che lo stesso Conte, tornando sull’argomento nella conferenza stampa di presentazione del match di FA Cup tra Chelsea ed Arsenal, ha spiegato: “Se sono pentito per quello che ho detto? Ho forse l’aspetto di una persona pentita? Io non credo. Entrambi abbiamo detto delle cose, vedremo cosa accadrà in futuro”.

CONTE PS

A chi gli ha chiesto se la FA fosse intervenuta, Conte ha risposto: “Lui ha usato parole gravi, non posso far finta di nulla e non lo dimenticherò. Questo non è un problema del club, è una faccenda tra lui e me. Mi fermo qui”.

Adesso non resta che capire se Mourinho, nella sua prossima conferenza stampa, deciderà di ribattere o se preferirà il silenzio.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità