Conte e gli infortuni: "Dobbiamo stringere i denti"

Adx/Int2

Roma, 22 nov. (askanews) - "Bisogna cercare di trasmettere valori positivi - ha commentato il tecnico dell'Inter -, per chi ci segue, per le generazioni future. Ho già detto in passato di esser rimasto sorpreso negativamente al mio rientro in Italia". Antonio Conte commenta così gli episodi delle lettere di minacce rivolte nei suoi confronti e giunte alla società". "Ora aggiungo - continua - che non è giusto dare troppo spazio a questi episodi. Sono episodi diseducativi: più spazio si dà, più messaggi negativi mandiamo a chi ci segue, soprattutto ai giovani. Quindi meno ne parliamo, meglio è. C'è chi sta facendo il suo lavoro, mi hanno assicurato che mi daranno notizie al più presto". Poi si passa a parlare dell'anticipo contro il Torino e degli infortuni: "Per i k.o. traumatici c'è poco da fare, quelli muscolari sono stati solo due, Gagliardini e Sensi. In alcune zone della rosa se si sommano più infortuni la cosa ci crea problemi, vuol dire che in quella zona non siamo così numerosi. Domani non avremo né Gagliardini, né Sensi, né Asamoah: i tre stanno lavorando, hanno tempistiche diverse, mi auguro di averli quanto prima possibile. Dobbiamo continuare a stringere i denti, siamo ancora in grande emergenza. Questo ci deve servire come stimolo ulteriore. Ricominciano proprio come avevamo finito l'ultimo mini-ciclo, dobbiamo tirare fuori più del massimo di quel che abbiamo, speriamo che la situazione possa alleggerirsi così da avere più possibilità di scelta, senza andare a rischio con i giocatori, facendo riposare qualcuno."

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...