Conte gonfia il petto: "In pochi si aspettavano l'Inter in testa"

Conte rimarca l'exploit dell'Inter: "Il gap non si può cancellare con la bacchetta magica". E su Vidal glissa: "Non parlo di mercato, il club sa".
Conte rimarca l'exploit dell'Inter: "Il gap non si può cancellare con la bacchetta magica". E su Vidal glissa: "Non parlo di mercato, il club sa".

Appaiata in vetta alla Juventus, l'Inter di Antonio Conte si reca nella tana di un Napoli in ripresa - perlomeno emotivamente - nel posticipo della diciottesima giornata di Serie A.

Il tecnico salentino, a poco più di 24 ore dal big match, ha parlato in conferenza stampa da Appiano Gentile.

"I ragazzi sono tornati dalla sosta con la giusta determinazione. A Napoli ci aspettiamo una partita difficile, è una squadra con grande qualità e un'ottima rosa. Ora è arrivato Gattuso, dovremo fare molta attenzione. Rino ha grande spirito, riesce a trasferire ottime cose".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Così come fatto dal collega, per Ringhio solo frasi al miele.

"In Gattuso rivedo la grande passione che ha per il calcio, ha fatto la gavetta e ho grande rispetto. Ha affrontato anche difficoltà all'estero, in Lega Pro: a tanti viene data l'opportunità e sono più fortunati, si è costruito come me tutto con le sue mani".

"Napoli è la risposta a quanto fatto col Milan, secondo me si è sottovalutato il suo lavoro lì vista l'annata attuale. Se l'è meritato, gli auguro il meglio... da dopo l'Inter".

Quello del San Paolo sarà un esame di maturità importante.

"Sarà una partita impegnativa su un campo difficile, fare punti a Napoli darebbe ancora più fiducia in questi mesi. Abbiamo iniziato un percorso, non bisogna essere semplici nei discorsi, il lavoro ci ha fatto ottenere 42 punti e dovrà darci ulteriori garanzie".

L'Inter sta convincendo Conte, che ne approfitta per tirare fuori l'orgoglio.

"A me interessa costruire qualcosa di positivo coi ragazzi, viste le difficoltà in pochi si sarebbero aspettati l'Inter in testa a pari punti. Dobbiamo solo pensare a crescere per toglierci soddisfazioni".

"La percentuale Scudetto non possiamo dire se è cresciuta o meno, ma stiamo acquistando credibilità e dobbiamo continuare a dare stabilità. Negli ultimi anni si è creato un gap importante tra chi ha vinto e chi insegue: non puoi cancellare tutto con la bacchetta magica".

Quando gli viene chiesto di Vidal, infine, Conte glissa.

"Vidal? Non mi piace parlare di giocatori altrui per rispetto di tutti. Non l'ho fatto e non lo farò nemmeno adesso. Dopo 6 mesi abbiamo fatto valutazioni tutti insieme, la società lo sa, io valorizzo ciò che mi viene messo a disposizione".

Potrebbe interessarti anche...