Conte: "Il titolo d'inverno non conta, si vince alla fine"

Adx

Roma, 10 gen. (askanews) - La sfida è di quelle che affascinano perché l'Inter di Antonio Conte affronterà un'Atalanta che ormai da anni non fa sconti a nessuno. "L'Atalanta è molto più forte di un anno fa - dice il tecnico dell'Inter - conosco Gasperini e sta facendo un grandissimo lavoro, negli anni hanno aumentato il valore della rosa, hanno ritmo e intensità e sono belli da vedere. Sarebbe importante vincere, servirà andare anche al di là delle nostre possibilità". Il titolo di Campione d'inverno? "Non ha molta valenza, vince chi è davanti alla fine. Dovremo prendere tre punti, anche se l'Atalanta ci vuole rubare l'idea". Poi la puntualizzazione alla polemica di inizio settimana con Fabio Capello: "Ognuno fa il proprio lavoro e vede il calcio come vuole. Noi andiamo avanti per la nostra strada, il resto lo lasciamo agli altri". Miglior difesa? "Ma siamo anche il terzo miglior attacco del campionato. Non ho mai visto nessuno vincere scudetto con il decimo miglior reparto offensivo del torneo, poi è chiaro che conta l'equilibrio. Ma è facile parlare quando si sta davanti alla tv".

Sul mercato Conte non risponde: "L'ho già detto, non ne parlerò fino a fine sessione. Chiaro che in questo periodo per noi allenatori diventa difficile gestire alcune notizie, magari alcune anche non vere, bisogna essere intelligenti". Chiusura su Ibrahimovic: "C'è stato un momento in cui ho cercato di convincerlo per venire al Chelsea, non se l'è sentita, lo stimo tantissimo. Può dare tantissimo a livello di personalità, viene da un'infanzia in cui nessuno gli ha regalato niente. Può dare tanto al Milan, responsabilizzare di più l'ambiente"

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...