Conte: 'Lautaro è cresciuto in tutto, che avvenire! Il segreto della mia Inter...'

·2 minuto per la lettura

Alla vigilia della sfida di campionato contro il Sassuolo, il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, ha risposto alle domande di Inter tv.

Prima della gara di andata, l'Inter aveva subito 13 gol nelle prime 8 partite, gli stessi presi poi nelle successive 20. Possiamo dire che quella fu la partita della svolta per quanto riguarda la ritrovata solidità difensiva? "Di solido se vuoi fare campionati da protagonista ci deve essere sempre grande equilibrio tra la fase difensiva e quella offensiva. Per questo a inizio campionato abbiamo subito tanti gol, non c'erano i giusti equilibri. Poi siamo arrivati a fare valutazioni coi ragazzi per arrivare alla formula migliore. Non togliendo nulla alla fase offensiva e al tempo stesso trovare più solidità in quella difensiva".

Quanto inciderà il poco tempo s disposizione per recuperare? "Inciderà il giusto, sia per noi che per il Sassuolo. Siamo abituati a dover giocare dopo tre giorni, penso che in questo momento sia importante avere il giusto entusiasmo e la giusta voglia. Stiamo facendo cose importanti, ma il percorso deve essere completato".

L'Inter corre in media 113 km a partita. Nessuno come l'Inter in Serie A, importante avere giusta condizione fisica per il rush finale? "È importante, il giocatore si deve sentire bene in partita. Al di là dei km percorsi, bisogna correre nella giusta maniera sia in possesso che non".

Secondo attacco del campionato, prima per rapporto tiri gol fatti. L'Inter è diventata cinica? "È importante creare occasione e cercare di sfruttarle. L'Inter penso sia quella che crea di più nell'area avversaria, quando c'è la situazione giusta devi fare gol. Se non fai gol al massimo pareggi".

Lukaku ha parlato ancora di squadra. Mettere il noi davanti all'io, è questo il segreto dell'Inter? "Penso in tutte le squadre sia la cosa più importante. Il singolo non fa vincere, l'insieme esalta le qualità del singolo. I ragazzi lo hanno capito e lavorano nella stessa direzione".

Quanto è cresciuto Lautaro soprattutto nella fase difensiva? "È cresciuto in tutto, con e senza palla. Anche nel tenere palla e attaccare la profondità Come gli altri ha fatto miglioramenti importanti e deve continuare su questa strada. Calcolando l'età ha un grande avvenire davanti, dipende sempre da lui".