Conte: 'L'Inter è diversa, adesso dominiamo ovunque. Shakhtar col 6-3-1'

·2 minuto per la lettura

Intervenuto ai microfoni di Sky, il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, analizza il pareggio in Champions contro lo Shakhtar Donetsk.

Cosa vi lascia dentro questa gara? “Sensazioni positive, perché la squadra ha giocato con la giusta intensità, abbiamo giocato da grande squadra facendo la gara fin dall’inizio. Non siamo stati fortunatissimi, abbiamo avuto tante occasioni per far gol. Gli abbiamo creato tanti problemi, non dimentichiamo che loro sono molto tecnici e veloci. Mi spiace perché è una partita che meritavamo di vincere, ma ci lascia la consapevolezza di essere sulla strada giusta perché abbiamo la mentalità di andare a giocare la partita su ogni campo, pensando a noi e non all’avversario”.

La squadra è più pronta per giocarsela rispetto all’anno scorso? “C’è dietro un anno di lavoro, la squadra ha acquisito conoscenze e ha preso coraggio. Facciamo cose che prima non facevamo, come difendere in avanti. In altre situazioni, vieni, qui, ti metti dietro, ti difendi e cerchi di sorprenderli in contropiede. Oggi è successa la cosa opposta è questo è sinonimo di cambiamento. Lo stesso è accaduto contro il Borussia, dove per intensità siamo stati superiori ai tedeschi. Samir non ha fatto parate, dispiace perché queste gare devi cercare di vincerle, ma ai ragazzi poco rimproverare poco perché questa è la quarta partita in dieci giorni e abbiamo iniziato questo ciclo con 6 calciatori affetti da virus e due infortunati. Nonostante tutto stiamo tenendo botta e questo significa che lo staff svolge un grande lavoro dal punto di vista fisico. Adesso testa al campionato e poi prepareremo la partita di Champions”.

La gara di Europa League ha penalizzato un po’ l’Inter perché oggi erano più attenti in difesa. “Ho visto la gara contro il Real e hanno giocato allo stesso modo, con il 6-3-1 per ripartire. Gli hanno fatto tre gol. Noi siamo riusciti a creare ugualmente tantissime occasioni. Ma ripeto, sono molto contento perché loro sono micidiali in campo aperto e noi siamo stati bravi a concedere zero. Questa è la strada, la giusta mentalità. Vogliamo imporci sempre e lavoriamo per questo. Ci auguriamo paghino anche i risultati”.