Conte, stop alla trattativa con il Chelsea: l'Inter ora ci pensa concretamente

Ombre sempre più lunghe si materializzano nel rapporto fra Antonio Conte e il Chelsea e, come riporta stamane 'La Gazzetta dello Sport', l'Inter dietro le quinte inizia a muoversi concretamente per riportarlo in Italia. Nonostante la possibilità di realizzare il 'Double' a fine stagione vincendo sia la Premier League (dove i Blues hanno 10 punti di vantaggio sul Tottenham) sia l'FA Cup (dove il 22 aprile i londinesi sfideranno in semifinale proprio gli Spurs), la permanenza del tecnico salentino sulla panchina del club è ad oggi tutt'altro che scontata.

Proprio Conte, infatti, secondo quanto riportato dal 'Times', ha chiesto alla società lo stop della trattativa per il rinnovo fino al 2021 e il rinvio della stessa a fine stagione. La sua volontà è quella di concentrarsi sugli importanti obiettivi, e tutto lascia pensare che alla fine il rinnovo possa esserci. Ma ciò avverrà soltanto se la proprietà del Chelsea rispetterà alcune sue richieste.

Come nelle sue caratteristiche, infatti, e come già accaduto in passato quando era alla guida della Juventus, l'allenatore salentino per restare e puntare ancora più in alto e alla Champions League chiede garanzie precise, che ove non fossero soddisfatte, potrebbero portare ad un'altra, clamorosa, scelta, e alla fine anticipata dell'attuale rapporto, che scadrà nel 2019.

Le prime riguardano i rinnovi di contratto di alcuni giocatori chiave: quelli di Eden Hazard, nel mirino del Real Madrid, del portiere Thibaut Courtois, anche lui oggetto del desiderio dei Blancos, e dell'attaccante Diego Costa, sul quale restano molto forti le pressioni dei club cinesi. Ma anche un calciomercato importante in entrata in vista del ritorno nella massima competizione europea.

Marina Granovskaia Chelsea Premier League

Non solo: Conte invoca anche maggiori poteri nella gestione della squadra e all’interno del club, dove la presenza di Marina Granovskaia, la D.g. del club, rappresenta spesso un muro che impedisce un contatto diretto con Abramovich. Sarebbe questo uno dei motivi del rinvio della discussione del prolungamento del contratto. L’allenatore italiano, consapevole della sua proverbiale durezza, vuole affrontarla con il titolo in tasca, per avere più forza nella trattativa. 

L'esito della quale resta però tutt'altro che scontato. Ed è in questo senso che Suning, proprietaria dell'Inter, inizia a muoversi concretamente sull'ipotesi Conte a guida della squadra milanese nella prossima stagione. Come riporta infatti 'La Gazzetta dello Sport', è vero infatti che la società nerazzurra è soddisfatta del lavoro di Stefano Pioli, ma d'altra parte è stuzzicata dall'idea di assumere un top allenatore visto che comunque finora il tecnico parmense ha riportato sconfitte dolorose con le prime 4 della classifica: Juventus, Roma, Napoli e Lazio (in Coppa Italia).

Jeison Murillo celebrating with his teammates Inter Bologna Coppa Italia 2016-17

Quello dell'allenatore salentino è in tal senso uno dei due nomi in ballo assieme all'argentino Diego Pablo Simeone, che lascerà in estate l'Atletico Madrid ma che convincerebbe meno i cinesi. Del resto anche Conte, che all'Inter porterebbe con sé come braccio destro l'ex bandiera nerazzurra Lele Oriali, già avuta affianco in Nazionale, sarebbe a sua volta stimolato dall'idea di spezzare l'egemonia della Juventus in Italia dopo essersi lasciato male con i bianconeri nell'estate 2014. 

I presupposti per un ritorno in Serie A di Conte, nel caso di una rottura col Chelsea, ci sono tutti. L'Inter attende novità da Oltremanica e intanto intasca le parole incoraggianti di Federico Pastorello, agente dell'allenatore. "Se vinci un campionato e apri un ciclo, vuoi dare continuità. - ha dichiarato - Ma se arrivano offerte da club di livello possono capitare nuove opportunità, soprattutto con i club storici". I tifosi nerazzurri, insomma, sono autorizzati a sognare.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità