Conte, tre rimpianti per uno sfogo: avrebbe voluto Dzeko, Llorente e Vidal

In casa Inter tiene ancora banco il clamoroso sfogo di Antonio Conte. Il tecnico nerazzurro avrebbe voluto altro dal mercato estivo.
In casa Inter tiene ancora banco il clamoroso sfogo di Antonio Conte. Il tecnico nerazzurro avrebbe voluto altro dal mercato estivo.

Quella patita sul campo del Borussia Dortmund, è stata una sconfitta che ha lasciato diverse scorie in casa Inter. Il clamoroso sfogo di Antonio Conte dopo il triplice fischio finale ha fatto molto discutere, visto che di fatto il tecnico nerazzurro ha apertamente criticato l’operato della società in sede di calciomercato estivo.

Conte ha fatto chiaramente intendere di non avere a disposizione una rosa che possa garantire massimo rendimento tanto in campionato quanto in Champions League e secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, sono soprattutto tre i suoi grandi rimpianti: Dzeko, Llorente e Vidal.

Come noto, l’attaccante bosniaco è stato inseguito dall’Inter per diverse settimane e ad un certo punto la trattativa con la Roma è stata anche data in dirittura d’arrivo. Il tecnico nerazzurro, con Icardi già ampiamente fuori dai programmi del club, avrebbe voluto disporre di due attaccanti forti fisicamente, quindi Dzeko e Lukaku, più Lautaro Martinez. La società meneghina non è riuscita a portare in porto la trattativa e l’attaccante bosniaco ha rinnovato il contratto che lo lega alla Roma, preferendo restare nella capitale.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Sfumato Dzeko, Conte ha quindi chiesto lo svincolato Llorente in alternativa, un giocatore che già conosceva i suoi metodi di lavoro, che garantiva un ottimo bagaglio di esperienza e che avrebbe rappresentato l’elemento ideale per far rifiatare Lukaku. L’Inter, temendo una permanenza di Icardi, ha deciso di non affondare il colpo per l’ex Tottenham, che è poi finito al Napoli.

Altro rimpianto di Conte è Arturo Vidal, un giocatore che conosce benissimo dai tempi della Juventus. L’Inter si è assicurata due gioielli come Barella e Sensi, il tecnico nerazzurro però avrebbe gradito un profilo con grande personalità ed esperienza capace di trovare con facilità il goal. Anche in questo caso, la società non ha affondato il colpo e questo anche perché alla fine è rimasto Borja Valero in organico.

Secondo quanto riportato da Tuttosport, le frecciate di Conte erano dirette soprattutto a Piero Ausilio e comunque rappresentano un’azione di pressing già avviata in vista dell’apertura del mercato di gennaio. L’Inter sarebbe già pronta a muoversi per un centrocampista ed eventualmente anche per un esterno difensivo (Darmian tra i profili valutati), ma l’ex commissario tecnico Azzurro spinge anche per il vice Lukaku. Molto ovviamente dipenderà anche dal passaggio del turno in Champions League. Senza ottavi diventerà più complicato esaudire i suoi desideri.

Potrebbe interessarti anche...