Cori di discriminazione in Roma-Napoli: 30mila euro di multa ai giallorossi

La Roma è stata multata di 30mila euro dal giudice sportivo per i cori discriminatori nella partita contro il Napoli di sabato pomeriggio.
La Roma è stata multata di 30mila euro dal giudice sportivo per i cori discriminatori nella partita contro il Napoli di sabato pomeriggio.

Multa di 30mila euro per insulti e discrminazione: questa è stata la sentenza del giudice sportivo nei confronti della Roma per i cori dei tifosi giallorossi all'indirizzo del Napoli.


Durante la partita di sabato all'Olimpico, il direttore di gara ha fermato la partita nel secondo tempo, al 68', per circa un minuto dopo aver sentito i cori provenienti dagli spalti dell'impianto giallorosso.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

A placare gli animi ci ha pensato Edin Dzeko, che ha invitato la sua curva a calmarsi e fare sì che l'arbitro Rocchi decidesse per la ripresa del gioco. Attenuando anche la multa alla sua squadra.

"Ammenda di € 30.000,00 con diffida: alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori intonato più volte cori insultanti di matrice territoriale nei confronti della tifoseria avversaria che portavano il Direttore di gara, al 23° del secondo tempo, ad interrompere la gara per circa un minuto; sanzione attenuata per il fattivo ed efficace comportamento del capitano della Soc. Roma, non registrandosi ulteriori cori durante la gara dopo l’annuncio e l’intervento del suddetto calciatore"

Per ora non sono state disposte chiusure, come invece accaduto per i cori razzisti a Verona, ma un supplemento d'indagini per capire da quale settore arrivassero precisamente i cori.

Potrebbe interessarti anche...