Coronavirus, Cannavaro dona 30mila mascherine all’ospedale Napoli

notizie.it
coronavirus cannavaro napoli mascherine
coronavirus cannavaro napoli mascherine

Uno dei figli più fortunati di Napoli, il pallone d’oro e campione del mondo 2006, Fabio Cannavaro, ha deciso di aiutare la sua città natale in quest’emergenza coronavirus e ha donato 30mila mascherine e respiratori all’Ospedale Cotugno. Lo ha fatto, ironia della sorte, dalla Cina – primo luogo al mondo colpito dal Covid-19 – dove ormai vive da anni e dove porta avanti la sua carriera da allenatore.

Coronavirus, Cannavaro regala a Napoli le mascherine

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Delle sua esperienza con il virus che sta bloccando il mondo, il capitano della spedizione azzurra in Germania nel 2006 ha parlato ai microfoni dell’emittente campana Radio Marte: “Io sono tornato da Dubai, da lì sono andato a Hong Kong. Poi sono entrato in Cina dalla città più vicina e per superare la dogana ci ho messo tre 3 ore, nelle quali mi hanno controllato 6-7 volte. Arrivati a casa ci aspettava la polizia, e ci hanno controllato nuovamente la temperatura. Il giorno dopo ci hanno fatto il tampone. Ci hanno analizzato il telefono, con un’app che ti dice dove sei stato negli ultimi 14 giorni. In Italia stiamo ancora a carta e penna, condivido le idee di De Luca“.

L’appello di Cannavaro: restate a casa

Alle parole di solidarietà verso il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha fatto seguito un invito ai suoi ex concittadini: La gente deve stare a casa, è l’unico modo per non far collassare gli ospedali e se per farlo serve l’esercito ben venga. Il virus non si deve diffondere, più la gente entra in contatto con esso più è facile che prosegua il contagio.”

Potrebbe interessarti anche...