Coronavirus e sport: la Bundesliga può ripartire il 9 maggio. Malagò: 'La Serie A pensi a un piano B'

·6 minuto per la lettura

La pandemia coronavirus sta cambiando il mondo. Calciomercato.com segue in tempo reale i principali aggiornamenti di giornata relativi al mondo dello sport.

20.15 Il Portogallo è tra i Paesi europei meno colpiti, in termini di mortalità e numero di contagi, dal coronavirus. Tanto che anche le principali squadre di calcio stanno portando avanti un lento ritorno alla normalità. I calciatori dello Sporting Lisbona hanno ripreso da oggi gli allenamenti in solitaria (divisi in gruppi di 4-5 atleti), mentre i rivali cittadini del Benfica prevedono di rimettersi al lavoro dalla fine del mese. Porto e Sporting Braga, le altre due formazioni di vertice, non hanno ancora fornito indicazioni al riguardo.

19.20 Rodolfo Tavana si è dimesso dalla Commissione medico scientifica della Figc, che ha elaborato il protocollo per la ripresa della stagione. Lo annuncia Ansa, sottolineando che il responsabile sanitario del Torino, nella Commissione, era rappresentante della Lega Serie A.​

19.00 L'Arsenal comunica di aver raggiunto l'accordo con calciatori e staff tecnico per la riduzione degli stipendi: taglio del 12,5%. LEGGI IL COMUNICATO

18.05 I numeri sempre più incoraggianti provenienti dal proprio Ministero della Salute potrebbero indurre la Germania a dare presto il via libera alla ripartenza del calcio. I governatori dei vari lander, riuniti in videoconferenza, hanno discusso della possibilità di far riprendere la Bundesliga il 9 maggio e concludere regolarmente la stagione.

17.30 - Il presidente del Coni Giovanni Malagò parla della possibile ripresa del campionato: "Un diritto provare a finire la stagione ma è altrettanto importante immaginare un'alternativa per i motivi che tutti conosciamo. Lo dico senza polemica, non mi permetto di interpretare le parole di Gravina, so che è al centro di una situazione non facile. Lui conosce il mio pensiero"​

17.05 Ligue 1 e Ligue 2, i due massimi campionati francesi, hanno votato all'unanimità per la ripresa dei campionati dopo l'emergenza coronavirus e la LFP (Ligue de Football Professionel) ha presentato una proposta di date: tornare in campo il 17 giugno, concludendo la stagione 2019/20 (spareggi esclusi) il 25 luglio, con la stagione 2020/2021 che prenderebbe il via nel weekend del 22-23 agosto.​

15.00 VIDEO il Wuhan torna in Cina, era rimasto bloccato in Spagna per il ritiro invernale

14.20 Il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, è intervenuto a Radio Kiss Kiss per fare il punto sulla possibile ripartenza del calcio e dello sport : "Serve una posizione scientifica e gli stadi non si potranno aprire. Far ripartire il calcio, a porte chiuse è verosimile, ma da medico ci vedrei comunque qualche problema. I giocatori verrebbero in contatto tra loro. Il 4 maggio è la data di apertura prevista, ma avremo bisogno di adottare delle misure di sicurezza come la distanza sociale e le mascherine. Lo sport individuale si potrà praticare anche a livello amatoriale, ma non più di 40 minuti". QUI TUTTE LE DICHIARAZIONI

13.03 Nel corso di un'intervista a Il Giornale, Adriano Galliani ha dichiarato: "Sono d'accordo sulla ripresa del calcio in modalità scaglionata. Il protocollo della FIGC è molto costoso, inaccessibile per squadre di Serie B e C. La soluzione dei campionati su un anno solare è l'unica in grado di contemplare le diverse esigenze. La prima idea che mi viene in mente è questa: dividere la Serie A in due gironi da 10 squadre, poi ci giocano i playoff per lo scudetto". ​

11.15 - In Spagna la Ministra dello Sport Palacio de Viana Irene Lozano si è riunita con Javier Tebas, presidente della Liga, e Luis Rubiales, presidente della federcalcio, sabato per otto ore. Il calcio genera il 1.37% del Pil spagnolo, si pensa al ritorno in campo a inizio giugno.​

10.00 Come riportato da Tuttosport è emerso un giallo sulla positività al virus dichiarata dal presidente del Brescia, Massimo Cellino. I risultati del test del tampone hanno infatti dato esito negativo, mentre è positivo per quelli del sangue. Oggi il numero uno del club lombardo si sottoporrà a un nuovo tampone per capire se la positività è concreta e dovrà isolarsi o se potrà tornare a stare vicino ai suoi famigliari.

09.45 Tennis, no di Djokovic a un vaccino per giocare: "Personalmente sono contrario alla vaccinazione e non vorrei essere costretto da qualcuno a prendere un vaccino per poter viaggiare - riporta Repubblica -. Ma se diventa obbligatorio, cosa accadrà? Dovrò prendere una decisione. Ipoteticamente, se la stagione dovesse riprendere a luglio, agosto o settembre, anche se è improbabile, capisco che un vaccino diventerà un requisito prioritario, subito dopo che saremo fuori dalla quarantena. Ma non c'è ancora nessun vaccino".​

09.30 Golf, ripartenza in dubbio: Michael Tothe, direttore del Charles Schwab Challenge di golf, il torneo del PGA Tour che, l'11 giugno a Fort Worth, in Texas, dovrebbe riaprire la stagione del massimo circuito ha ribadito a ESPN che: "Se è vero che da un lato c'è il desiderio di tornare a guardare un po' di golf dall'altro ci sono ancora tante cose da fare a livello sanitario. Procederemo con i nostri tornei solo se saremo in grado di garantire la massima sicurezza di tutti, rispettando le normative sanitarie, locali, statali e federali",​

09.00 Sarà una settimana decisiva per la ripresa dei campionato con riunioni, assemblee e video conferenze fiume che partiranno oggi e termineranno giovedì. Sono infatti in programma, ricorda il Corriere dello Sport, sia gli incontri fra la FIGC e il Governo per discutere del documento tecnico per la ripresa in sicurezza (mercoledì), ma anche gli incontri fra Aic e Lega Calcio (oggi) a cui seguirà l'assemblea dei club (domani) e soprattutto fra FIGC e Uefa per la ridefinizione dei calendari (giovedì).

08.30 Il piano della Uefa per concludere le stagioni di Champions ed Europa League si sta delineando e spuntano anche le date delle possibili gare che concludano gli ottavi di Champions League e delineino il calendario. Secondo Tuttosport Inter e Roma con le rispettive sfide di Europa League contro Getafe e Siviglia dovrebbero scendere in campo il 2 e 3 agosto mentre il ritorno di Champions fra Juve e Lione sarà in programma il 7 agosto.

08.15 Servono 1400 tamponi per far ripartire la Serie A. È questo il dato che secondo Repubblica rappresenta il primo step che la Lega Serie A dovrà affrontare per avere il via libera del governo alla ripresa degli allenamenti. Nella prima fase del protocollo, infatti, i club dovranno certificare la negatività al virus di tutti i dipendenti coinvolti nella ripartenza e, in un momento di difficoltà nella reperibilità dei tamponi, non è uno scoglio facile da superare.

08.00 Commisso attacca il calcio nel corso della sua intervista al Corriere dello Sport: ​“L’eccessiva burocrazia è la rovina dell’Italia. Ma anche nel calcio, troppi i passaggi. Bisognerebbe dare più potere a Dal Pino, io non sono ancora andato a una riunione, ma appena sarà possibile mi troveranno fuori dalla porta. Lega, Gravina, Malagò, Spadafora e Conte, in troppi per una singola decisione".