Coronavirus, gaffe La Russa: "Usate il saluto romano"

Yahoo Notizie
(AP Photo/Andrew Medichini)
(AP Photo/Andrew Medichini)

Doppio scivolone social per il vicepresidente del Senato Ignazio La Russa. Il politico di Fratelli d’Italia ha pubblicato un post in cui esortava a usare il saluto romano, visto che - ha scritto sui social - in tempi di coronavirus è meno contagioso che stringere la mano, essendo "antivirus e antimicrobi". Poi ha rimosso il contenuto che ha suscitato non poche polemiche, definendolo un post ironico che poteva essere frainteso.

Il post poi rimosso sul profilo Facebook di Ignazio La Russa
Il post poi rimosso sul profilo Facebook di Ignazio La Russa
Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

LEGGI ANCHE: Il video di Salvini al citofono rimosso da Facebook: “Incitamento all’odio”

La Russa ha tenuto a precisare che l'autore della gaffe sarebbe stato Alfonso, un suo collaboratore

In realtà, ancor prima del vicepresidente del Senato, a lanciare quel tweet sui social era stato Andrea Nadalini, assessore di Fratelli d'Italia del comune di Codroipo, in provincia di Udine.

GUARDA ANCHE: Coronavirus, la mascherina serve davvero?

A condannare l’”ironia fuori luogo” di La Russa è stato il deputato del Pd, Emanuele Fiano: “Grave e imbarazzante che il vicepresidente del Senato faccia ironia sul virus di cui tutto il mondo parla da giorni e che sta seminando vittime e angoscia. Ancora più grave che La Russa usi il coronavirus come spot per il saluto romano, il saluto usato dai fascisti e dai nazisti, vietato dalla legge dello Stato che nasce dalla Costituzione antifascista. Se non è stato lui a scrivere quel post, si scusi chi l’ha scritto, l’ironia ha dei limiti. La Russa è un uomo delle istituzioni, visto che lui stesso lo ha fatto togliere vuol dire che anche lui lo sa che su certe cose non si scherza”.

Potrebbe interessarti anche...