Coronavirus, l’ipotesi playoff per assegnare lo scudetto in Serie A

notizie.it
coronavirus-serie-a
coronavirus-serie-a

Coronavirus, guarda la mappa in tempo reale di contagi, decessi e guarigioni

Mentre le partite di Serie A rimarranno sospese fino al prossimo 3 aprile per effetto del decreto governativo sul coronavirus, il Consiglio della Federcalcio ha in queste ore avanzato l’ipotesi che lo scudetto possa essere assegnato tramite lo svolgimento dei playoff. Una misura che potrebbe rendersi necessaria in caso l’emergenza dovesse protrarsi oltre il 3 aprile o se non ci dovesse essere tempo sufficiente per recuperare tutti gli incontri non disputati.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Coronavirus, ipotesi playoff in Serie A

L’ipotesi di un’inedita assegnazione dello scudetto attraverso il meccanismo dei playoff sarebbe emersa durante l’ennesima riunione straordinaria del Consiglio per fare il punto della situazione calcistica nazionale a seguito delle misure di contenimento prese dal governo. La Lega Calcio avrebbe infatti preferito continuare a giocare le partite a porte chiuse, come si era fatto fino al 9 marzo con i recuperi della 26esima giornata, ma ha in seguito preferito non contrastare le direttive governative.

Con il campionato fermo per quasi un mese infatti aumenta il rischio di cause legali milionarie che le televisioni di tutto il mondo (alle quali sono stati ceduti i diritti di trasmissione delle partite) potrebbero intentare nei confronti della Lega Calcio.

Il nodo delle retrocessioni

Oltre alle emittenti estere peraltro sarebbero pronte a far causa alla Lega anche le squadre di Serie A che potrebbero venir penalizzate da un eventuale congelamento della classifica fino alla fine del campionato. Se infatti si dovesse assegnare lo scudetto in base alla classifica attuale verrebbero retrocesse Lecce, Spal e Brescia, le quali hanno già annunciato di essere pronte a intraprendere una battaglia legale.

Potrebbe interessarti anche...