Coronavirus: saliti a 11 i contagi in A, Conte e Messi: 'Restate a casa!'. La Uefa: 'Pronti a rinviare Euro2020'

Calciomercato.com

Il coronavirus è una pandemia. L'emergenza influenza anche il mondo dello sport. Calciomercato.com racconta i principali aggiornamenti di giornata in tempo reale. 

20.45 Così Kluivert ha parlato a telegraaf.nl della situazione: "Sono nella mia casa nella Capitale e non posso fare molto. Il club non mi permette di uscire, quindi mi alleno solo un po’ per conto mio". (QUI LE SUE PAROLE)​

18.44 Un piccolo, grande gesto per dimostrare la propria vicinanza a medici, infermieri e tutti coloro che lottano contro il coronavirus. L'attaccante dell'Atalanta Josip Ilicic ha donato all'Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo il pallone con cui ha realizzato i quattro gol al Valencia nel ritorno degli ottavi di Champions League: "Anche noi al vostro fianco, i nostri angeli, per vincere la partita più importante".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

18.40 Dopo Fabio Depaoli, anche Bartosz Bereszyński ha annunciato la sua positività al coronavirus. "Sfortunatamente sono risultato positivo al Covid-19. Sto bene, ma nonostante le precauzioni, non sono riuscito a evitare l'infezione da virus. Vi chiedo di restare a casa". 

18.19 Antonio Conte, allenatore dell'Inter, ha mandato un video-messaggio a tutti i tifosi attraverso Sky Sport: "Mi raccomando, state a casa e rispettiamo le regole. E' l'unico modo per fronteggiare l'emergenza, è un momento difficile, ma uniti ce la faremo. Forza e coraggio!". 

17.28 - Depaoli positivo. È lui il sesto giocatore della Sampdoria contagiato. Lo ha annunciato sul suo profilo Instagram ufficiale. (QUI LE SUE PAROLE)

17.10 Evelina Christillin, componente dell'Esecutivo dell'Uefa, ha parlato del possibile slittamento degli Europei e del destino delle coppe europee: LE SUE PAROLE

16.45 Lionel Messi manda un messaggio di speranza e incoraggiamento tramite i propri profili social: "Forza a chi combatte il coronavirus, la salute viene prima di tutto". (LEGGI QUI TUTTE LE PAROLE)

15.03 Dopo una conference-call tra il presidente Enrico Preziosi, i dirigenti, l'allenatore Davide Nicola e il dottor Pietro Gatto e sulla base dei consigli contenuti in un comunicato diramato oggi dai medici della Serie A, il Genoa ha deciso di sospendere l'attività degli allenamenti previsti da lunedì fino a nuove indicazioni. La decisione è rispettosa dell’interesse di tutti i tesserati e delle loro famiglie. 

14.40 La Sampdoria comunica che, onde evitare fughe di notizie ed inutili allarmismi, ha scelto di non dare più informazioni sui propri tesserati che, in presenza di lievi sintomi, sono stati sottoposti agli accertamenti previsti in merito al coronavirus - Covid-19. L’unica notizia importante è che i ragazzi stanno tutti bene e sono nei loro domicili a Genova. In un momento così complicato per il nostro Paese e nel rispetto di chi sta operando in prima linea è doveroso non alimentare ulteriori preoccupazioni per situazioni sotto controllo. 

14.26 #Cvediamopresto con le "partite" a distanza dei calciatori delle squadre di Lega Pro direttamente dalle loro case. Un calciatore indossa la maglia del proprio club, palleggia tra salotto e cucina, lanciando la sfida a un calciatore della squadra contro cui avrebbe dovuto giocare in queste ore. È un messaggio di coraggio e vicinanza che i giocatori della Serie C e i team lanciano ai tifosi attraverso pagine e profili social ufficiali Lega Pro su Facebook, Twitter e Instagram

14.10 L'ex ct dell'Italia, Cesare Prandelli ha dichiarato a Lady Radio: "Ho perso amici, è una cosa drammatica soprattutto per i familiari che non hanno neanche potuto stare vicini ai loro cari negli ultimi istanti delle loro vite. Delle tre persone scomparse che conoscevo, due erano tifosi della Fiorentina e non si perdevano una partita quando io allenavo i viola. Solo stando in casa, solo evitando i contatti, possiamo aiutare. Venti giorni fa sono venuto a Firenze e qui sono rimasto. La maggior parte dei miei familiari, zii e cugini, sono positivi al coronavirus, ma stanno bene e sono a casa. Io sono uno sportivo, ma in questo momento sto pensando a chi sta soffrendo. Tutti dobbiamo essere concentrati a fare quei piccoli sacrifici perché questa situazione passi velocemente. Forse la natura ci sta mandando il messaggio che stiamo andando tutti troppo velocemente". 

14.02 Il presidente della federcalcio serba, Slavisa Kokeza è risultato positivo al coronavirus. La notizia è stata confermata dal presidente serbo Aleksandar Vucic: "Ho parlato con lui, si sente bene". Settimana scorsa Kokeza ha partecipato al Congresso della Uefa ad Amsterdam. ​

13.55 Diego Armando Maradona in isolamento precauzionale, per evitare di entrare in contatto col coronavirus. L’allenatore del Gimnasia La Plata, leggenda del Napoli e del calcio mondiale, è stato separato dal resto dello staff e della squadra. Ecco le parole di Flavio Tunessi, medico del club argentino: “Con Maradona stiamo prendendo decisione preventive . È isolato in un edificio e può stare solamente al piano terra visto che fa parte del gruppo di rischio. Noi medici delle squadre di Superliga abbiamo suggerito alle autorità di sospendere sia le partite che gli allenamenti. Siamo responsabili della situazione e anche prima che si verifichi un caso sappiamo quello che si dovrebbe fare".​

13.51 Il Napoli lanciato un flashmob: "Oggi, alle ore 19:45, facciamo cantare Napoli! Affacciati al balcone/finestra e canta 'Un giorno all’improvviso...'! Manda un messaggio ai tuoi amici, vicini e dirimpettai e pubblica i video taggando @sscnapoli e usando l’hashtag #HaDaPassaANuttata!". 

13.40 Il Brescia comunica di aver prolungato la sospensione di tutte le attività della prima squadra fino al 28 marzo compreso.  

13.32 Together as a team. L’Inter scende di nuovo in campo nel contrasto al Coronavirus attraverso una campagna global di crowdfunding, con l’obiettivo di coinvolgere non solo la società nerazzurra, ma anche tifosi e appassionati di tutto il mondo. Il ricavato della raccolta fondi, lanciata oggi tramite Facebook, sarà devoluto al Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche dell’ospedale Luigi Sacco di Milano, centro di riferimento per le patologie infettive e le emergenze epidemiologiche. L’obiettivo della donazione è il finanziamento delle attività di ricerca dell’ospedale milanese, che sta svolgendo un ruolo fondamentale a livello internazionale nello sviluppo del vaccino per il Covid-19. Un aiuto non solo per l’Italia ma per tutti i Paesi colpiti da questa emergenza sanitaria. Alla campagna di raccolta fondi ha contribuito l’Inter nella sua totalità, dai giocatori della prima squadra, allo staff tecnico e ai dipendenti del club che hanno donato in totale 500mila euro. 

13.20 Il premier giapponese Shinzo Abe spiega: "I Giochi Olimpici si terranno come previsto. Abbiamo fatto il massimo perché sia un'Olimpiade di successo e stiamo lavorando fianco a fianco col Cio e l'Oms. Qui in Giappone non c'è stata una diffusione esplosiva, anche se ovviamente non possiamo ancora abbassare la guardia. Trump è felice della trasparenza con cui stiamo lavorando. La staffetta della torcia olimpica, interrotta ieri in Grecia, dovrebbe partire il 26 marzo dalla Prefettura di Fukushima in Giappone e conto di esserci". 

13.15 I calciatori del Parma stanno seguendo un programma di lavoro, compatibile con la situazione ambientale e accompagnato da una dieta personalizzata. Per tutti c'è l'obbligo di effettuare una serie di esercizi a casa e poi, se possibile, corsa in giardino o in un parco, rigorosamente da soli. 

13.10 La Nba è sospesa, ma i Phoenix Suns non si fermano, almeno virtualmente. La franchigia dell'Arizona ha infatti deciso di simulare tutte le proprie partite su Nba 2K e trasmettere tutto in diretta su Twitch e con aggiornamenti costanti sui social. Per la cronaca Phoenix ha perso la prima partita contro i Dallas Mavericks 150-136, registrando un boom di pubblico e potrà provare a rifarsi nei prossimi giorni contro i Minnesota Timberwolves. 

13.01 Il vicepresidente della Fpi, Flavio D'Ambrosi si sfoga in vista delle Olimpiadi di boxe: "Imperversa una pandemia nel mondo, eppure i vertici del movimento sportivo internazionale fanno finta di non accorgersi della gravità della situazione, come se fossero distaccati spettatori di un semplice evento teatrale. Così, mentre il Cio naviga a vista, le varie manifestazioni internazionali - che hanno una valenza ai fini della qualificazione olimpica - prendono ciascuna una strada diversa. In questo marasma e mentre divampa in Europa l'epidemia Covid 19, il Torneo Continentale europeo organizzato a Londra si celebrerà regolarmente come se nulla fosse. Partiti in fretta e furia per evitare il blocco delle frontiere, i nostri pugili azzurri dovranno cimentarsi in una qualificazione che ormai appare una tragicomica teatrale con un finale - i Giochi olimpici di Tokyo - sempre più imprevedibile e distante dall'essere quel momento sportivo, tanto atteso, che premia i più forti selezionati con regole e criteri omogenei". 

12.59 Il River Plate annuncia la chiusura delle proprie strutture, rifiutandosi di partecipare alla partita di coppa con l'Atletico Tucuman in programma oggi: "Seguendo le raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità e attento alle varie risoluzioni del governo nazionale e della città di Buenos Aires in merito alla pandemia di coronavirus, il club si ferma da sabato 14 marzo a tempo indeterminato". 


12.36 Secondo la Bbc, in Inghilterra il titolo di campione della Premier League verrebbe assegnato al Liverpool. Nessuna retrocessione, con Leeds e West Bromwich Albion promosse dalla Championship nella prossima stagione ci sarebbe un campionato a 22 squadre. 

12.20 Il presidente della Figc Gabriele Gravina non ha dubbi: "Prima concludere i campionati, Euro 2020 da rinviare". (LEGGI QUI TUTTE LE DICHIARAZIONI). 

12.19 Il difensore Daniele Rugani, primo calciatore positivo al coronavirus in Serie A, lancia un appello su Twitter: "Anche io, insieme alla Juventus, sto partecipando alla raccolta fondi per gli ospedali di Torino e del Piemonte. Dai anche tu il tuo contributo, dimostriamo che siamo tutti distanti ma uniti". 

11.57 Il preparatore atletico del Bologna, Massimiliano Marchesi racconta a E' Tv Rete 7: "Mihajlovic è un guerriero. Ora è a Roma, è tranquillo e rispetta le direttive mediche, per ovvie ragioni è importante che non venga contagiato. Abbiamo dovuto insistere per mandarlo via".  Lo staff tecnico ha assegnato ai calciatori compiti da svolgere a casa, con sedute di cardio-fitness. Intanto il club ha comunicato di aver messo le maglie di Orsolini e Palacio all'asta sulla piattaforma Charity Stars: i proventi saranno devoluti a Croce Rossa Italiana e agli Ospedale Sacco di Milani, San Matteo di Pavia e Spallanzani di Roma. Anche i calciatori stanno organizzando una raccolta fondi per aiutare concretamente le realtà sanitarie cittadine. 

11.23 Dopo 101 anni non si correrà il Giro delle Fiandre, classica monumento del ciclismo. Gi organizzatori, in accordo con il governo belga, hanno annunciato che il 5 aprile non sarà possibile disputare la corsa più amata dai fiamminghi. 

10.45 Il difensore del Torino, Koffi Djidji scrive un messaggio su Instagram: "La nostra passione si ferma! Ma le nostre vite sono ancora più importanti oggi! Ascoltiamo le istruzioni, siamo tutti uniti e unite, supportiamo i nostri medici, infermieri, assistenti infermieristici, farmacisti, vigili del fuoco che fanno un lavoro meraviglioso! Fai come me! Come tutti noi segui il protocollo! Tutti insieme uniti più che mai vinceremo questa lotta! Sii positivo!". 

10.10 Le due giocatrici di pallavolo della Igor Novara, Micha Hancock e Megan Courtney sono partite all'alba per gli Stati Uniti, richiamate dalla federazione americana di volley. 

9.51 Il centrocampista del Pescara, Filippo Melegoni (scuola Atalanta) parla a Il Centro: "Mi alleno in casa. Soffro per la mia Bergamo. Giorni surreali, a Benevento non si doveva giocare". 

9.15 Sabato 2 maggio. Questa è la data individuata dai presidenti delle squadre di Serie A per riprendere il campionato e terminarlo entro il 30 giugno, rinviando l'Europeo al 2021 e sperando che nel frattempo sia finita l'emergenza sanitaria per il coronavirus in Italia. Secondo la Gazzetta dello Sport, nella video-conferenza di ieri c'è stato uno scontro sulla ripresa degli allenamenti: De Laurentiis (Napoli) e Lotito (Lazio) vogliono farli riprendere anche portando i calciatori in ritiro, invece Agnelli (Juventus) è contrario e ha replicato accusando il presidente biancoceleste di avere solo interessi di classifica, battuta sgradita allo stesso Lotito. 

9.09 ​L'allenatore del Lione, Rudi Garcia (ex Roma) sul coronavirus: "Seguo sempre la situazione in Italia". 


Potrebbe interessarti anche...