Coronavirus: morto a 76 anni Lorenzo Sanz, ex presidente del Real Madrid

notizie.it
Coronavirus Lorenzo Sanz
Coronavirus Lorenzo Sanz

Positivo al Coronavirus, è deceduto Lorenzo Sanz. Il 76enne era stato presidente del Real Madrid. L’ex numero uno madridista era ricoverato in terapia intensiva. Le sue condizioni erano già apparse gravi. Da alcuni giorni aveva avvertito i sintomi del contagio: risultato positivo al Covid-19, per l’ex presidente del team spagnolo è stato necessario il ricovero ospedaliero.

Coronavirus, morto Lorenzo Sanz

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Dopo otto giorni di febbre, martedì 17 marzo l’ex presidente del Real Madrid è stato ricoverato. In ospedale è stato prontamente sottoposto al tampone, che ha dato esito positivo. L’indomani le sue condizioni si sono aggravate e nell’arco di pochi giorni il suo quadro clinico è stato compromesso. La notizia della sua morte arriva sabato 21 marzo.

A riferire la sua triste scomparsa è stata la stessa società madrilena, attraverso un comunicato ufficiale diffuso anche sulle pagine social ufficiali.

Imprenditore nel ramo immobiliare e famoso numero uno del Real Madrid, è stato presidente della società spagnola dal 1995 al 2000. Negli stessi anni ad allenare la squadra c’era l’italiano Fabio Capello (stagione 1996/97) nella sua prima parentesi alla guida dei Blancos.

Una carriera fatta di grandi traguardi: con la sua squadra ha conquistato una Liga, una Supercoppa spagnola, una Coppa Intercontinentale e due Champions League. Dal 2000 lo ha sostituito Florentino Perez, ancora alla presidenza del club. Cinque anni dopo, Sanz sembrava essere interessato all’acquisto del Parma e nel 2008 del Bari. In entrambi i casi, tuttavia, la notizia è poi sfumata.

Potrebbe interessarti anche...