Coronavirus, per la Uefa gli Europei non sono a rischio

webinfo@adnkronos.com
Adnkronos

L'emergenza Coronavirus non modifica i piani della Uefa per l'Europeo in programma quest'estate in 12 paesi. In un'intervista con l'emittente britannica Sky Sports News il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, si dice "ottimista" sul regolare svolgimento del torneo e almeno per ora esclude piani alternativi. Il match inaugurale della rassegna continentale tra Italia e Turchia è in programma allo stadio Olimpico di Roma il 12 giugno. L'Italia, tra i paesi più colpiti dall'emergenza virus, ospiterà in tutto quattro partite tra cui un quarto di finale.  

"E' ovviamente una cosa che stiamo prendendo sul serio e che dobbiamo affrontare come una priorità rispetto a tutte le altre questioni", precisa Ceferin, prima di aggiungere. "Ma sono molto ottimista. Penso ancora che la situazione sarà sotto controllo molto prima dell'inizio degli Europei. Quindi, non sono preoccupato".  

A chi ipotizza una riduzione del numero dei paesi ospitanti o le porte chiuse per alcune partite, Ceferin risponde: "Non voglio nemmeno pensarci perché siamo, per ora, sicuri che tutto andrà esattamente come previsto. Abbiamo già prenotato gli hotel, sarebbe un problema se non fosse così". Il numero uno della Uefa lancia poi un appello: "Farsi prendere dal panico, gridare tutti i giorni e minacciare non significa affrontare il problema seriamente. Si affronta seriamente valutando la situazione in modo corretto ma, allo stesso tempo, con calma e senza panico".  

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...