Coronavirus, positivi due ciclisti italiani: stop all’Emirates Tour

notizie.it
coronavirus ciclisti
coronavirus ciclisti

L’UAE Tour, la corsa World Tour degli Emirati Arabi si ferma per il coronavirus: due ciclisti italiani sono risultati positivi ai test. Delle sette tappe previste, quindi, ne sono state svolte soltanto cinque: “Peccato – dichiara Froome -, ma la salute pubblica viene prima di tutto”. Le squadre sono state confinate nelle stanze degli hotel ad Abu Dabhi: la gara è sospesa. Sono in corso i tamponi e le verifiche sanitarie su tutti i partecipanti.

Coronavirus, positivi due ciclisti italiani

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Al momento in testa alla gara c’è il britannico Adam Yates, ma delle sette tappe ne mancano ancora due (dovevano svolgersi venerdì e sabato). Anche il ciclismo si ferma con il coronavirus: due ciclisti italiani, non corridori, sono risultati positivi. L’Emirates Tour è quindi stato momentaneamente sospeso e i corridori sono stati confinati negli alberghi ad Abu Dabhi. A tutti verrà effettuato il tampone di controllo.

Il comitato organizzatore ha diffuso un comunicato nel quale precisa che “la decisione è stata presa per garantire la protezione a tutti i partecipanti della corsa”. Inoltre, “il ministro della Salute – proseguono nella nota – indica che tutti i componenti della carovana saranno esaminati in modo scrupoloso e che saranno prese tutte le necessarie procedure, incluse la quarantena, in accordo con le autorità sanitarie della nazione”. Nel frattempo si attendono disposizioni dall’Uci, la federazione ciclistica mondiale, rispetto all’omologazione del risultato agonistico dopo cinque delle sette tappe.

Potrebbe interessarti anche...