Coronavirus: posticipato anche l'E-Prix di Jakarta

Matt Kew
motorsport.com

"Come imposto dal governatore di Jakarta, Anies Baswedan - in collaborazione con Formula E, FIA, Ikatan Motor Indonesia (IMI) e organizzazione del Jakarta E-Prix (OC) - non ci sono più le possibilità di correre l'E-Prix il 6 giugno. La diffusione del COVID-19 e l'aumento dei casi di positività in Indonesia e a Jakarta hanno fatto prendere questa decisione per proteggere la salute e la sicurezza dei partecipanti al campionato, staff e spettatori. Continueremo a monitorare la situazione con le autorità e l'organizzazione del Jakarta E-Prix, in modo da capire quando riprogrammarne lo svolgimento".

Valencia si candida a sostituta

Secondo quanto raccolto da Motorsport.com, l'E-Prix di Roma potrebbe essere sostituito da Valencia. La data del 4 aprile è infatti rimasta libera, dunque il Circuit Ricardo Tormo, teatro dei test pre-stagione, sarebbe pronto a subentrare.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Alberto Longo, co-fondatore della Formula E, si è detto pronto a parlarne per costruire un tracciato che riprenda le caratteristiche dei cittadini.

"Con l'espansione del COVID-19 nei paesi dove la Formula E si sarebbe dovuta svolgere, stiamo monitorando la situazione per andare eventualmente dove il coronavirus non ha avuto impatti, in modo da mantenere un numero di gare della stagione 6 alto. E' una situazione in divenire, ogni giorno ci sono sviluppi, per cui dobbiamo avere un approccio flessibile valutando tutte le opzioni, che nel caso verranno comunicate. In questo senso, abbiamo un paio di corse che si potrebbero fare su tracciati permanenti utilizzando le strutture dei box presenti, ma si andrebbe a porte chiuse. E comunque bisogna parlarne con le autorità locali".

In realtà, anche il Seoul E-Prix, fissato per il 3 maggio, è a forte rischio, così come il Paris E-Prix del 18 aprile traballa, dato che la 24h di Le Mans di moto è appena stata spostata da aprile a settembre.

Potrebbe interessarti anche...