Costa Rica: impresa impossibile nel "gruppo della morte"

Getty Images

L'ultima nazionale a qualificarsi a Qatar 2022? La Costa Rica, divenuta ormai una habitué della competizione iridata. Nelle ultime sei edizioni, compresa quella che partirà il prossimo 20 novembre, i "Ticos" hanno mancato solo quella di Sudafrica 2010. Decisivo, in questo caso, lo spareggio intercontinentale "secco" dello scorso mese dello scorso 14 giugno contro la Nuova Zelanda, disputato peraltro all'"Ahmed bin Ali Stadium", uno degli impianti del Mondiale.

Match terminato sul punteggio di 1-0 e subito aperto della rete dell'ex promessa dell'Arsenal Joel Campbell, che ha gravitato anche nel calcio italiano (al Frosinone nella stagione 2018-2019), abile a capitalizzare al meglio la primissima occasione del match. La Nuova Zelanda degli "italiani" Liberato Cacace (Empoli) e Nico Kirwan (Padova e figlio dell'ex rugbysta di Benetton Treviso ed allenatore dell'Italia della palla ovale John Kirwan) si riversano in attacco, sprecano, vanno in gol con l'attaccante del Newcastle Chris Wood (il capitano), ma è tutto vano per via di un fallo in attacco e, in generale, un'eccessiva imprecisione sottoporta. Costa Rica esulta, trascinata dal ct colombiano Luis Suarez e, in Qatar, incontrerà nel gruppo E (forse il più ostico) Spagna, Germania e Giappone.